Dispositivi di ancoraggio: dal 9 aprile 2015 in vigore la nuova UNI 11578:2015

Nata dal progetto di norma tecnica da parte dell'UNI U5002C120: "Dispositivi di ancoraggio destinati all'installazione permanente - Requisiti e metodi di pro...

22/04/2015
© Riproduzione riservata
Dispositivi di ancoraggio: dal 9 aprile 2015 in vigore la nuova UNI 11578:2015
Nata dal progetto di norma tecnica da parte dell'UNI U5002C120: "Dispositivi di ancoraggio destinati all'installazione permanente - Requisiti e metodi di prova", è entrata in vigore in data 9 aprile 2015 la UNI 11578:2015, che consente oggi in Italia di superare le problematiche sorte con la versione 2012 della UNI EN 795.

Essa infatti ha notevolmente migliorato requisiti e metodi di prova delle norme emanate in precedenza, a vantaggio di una maggiore affidabilità sulla sicurezza del dispositivo, mantenendo comunque delle analogie alle precedenti UNI EN 795:2012 e UNI CEN TS 16415:2013 con lo scopo di preservare quei dispositivi conformi alle precedenti norme senza pregiudicarne l'impiegabilità e l'idoneità all'uso.

Nello specifico, essa riprende la classificazione per tipi dell'ultima versione della UNI EN 795:2012 (TIPO A, TIPO C e TIPO D) da istallare in modalità permanente sulla copertura. Scopo fondamentale è stato quindi quello di dare una netta distinzione fra dispositivi istallabili in modalità permanente rispetto a dispositivi con istallazione di tipo non permanente. Un dispositivo conforme alla UNI 11578:2015, quindi, oggi può essere collocato permanentemente in copertura.