Edilizia scolastica: 350 milioni per Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia

Al via l'accreditamento degli Enti locali per partecipare al bando PON che mette a disposizione 350 milioni per interventi di edilizia scolastica in Basilica...

06/10/2017
© Riproduzione riservata
Edilizia scolastica: 350 milioni per Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia

Al via l'accreditamento degli Enti locali per partecipare al bando PON che mette a disposizione 350 milioni per interventi di edilizia scolastica in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Il bando, pubblicato sul sito del MIUR, è volto principalmente a far fronte alle esigenze di messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici pubblici che ospitano le scuole, secondo criteri di sostenibilità ambientale, sicurezza e inclusione sociale e sarà così ripartito tra cinque Regioni: Sicilia (115,220 milioni di euro), Campania (101,815 milioni), Puglia (62,755 milioni), Calabria (53,655 milioni) e Basilicata (16,555 milioni).

Gli Enti locali potranno spendere i finanziamenti ricevuti per far fronte prioritariamente alle esigenze di messa in sicurezza e riqualificazione degli immobili pubblici adibiti ad uso scolastico. In particolare:

  • adeguamento e miglioramento sismico;
  • adeguamento impiantistico e interventi di messa in sicurezza finalizzati all'ottenimento dell'agibilità degli edifici;
  • bonifica dall'amianto e da altri agenti nocivi;
  • accessibilità e superamento delle barriere architettoniche;
  • efficientamento energetico e, in senso più ampio, miglioramento dell'eco-sostenibilità degli edifici;
  • attrattività delle scuole, intesa come miglioramento della qualità ed ammodernamento degli spazi per la didattica e realizzazione di spazi funzionali per lo svolgimento di servizi accessori agli studenti (es. mensa, spazi comuni, aree a verde, realizzazione di infrastrutture per lo sport e per gli spazi laboratoriali), finalizzati alla riqualificazione e al miglioramento della fruibilità degli spazi (interni ed esterni), anche per promuovere una idea di scuola aperta al territorio e alla comunità.

Le richieste di accreditamento all'apposito portale (articolo 10 del bando) devono essere trasmesse dal 5 ottobre: la data iniziale del 28 settembre è stata posticipata per ragioni tecniche, mentre la presentazione delle domande sarà possibile tra il 18 ottobre e il 30 novembre.

In allegato il bando e la guida operativa del MIUR per l'accreditamento degli Enti locali.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it