Edilizia scolastica, Dissesto idrogeologico, Prevenzione sismica: in Gazzetta il decreto che sblocca 700 milioni di investimenti

Sono stati sbloccati 700 milioni di euro, da investire in settori come l’edilizia scolastica e gli adeguamenti alle norme antisismiche. È stato, infatti, ...

04/04/2017
© Riproduzione riservata
Edilizia scolastica, Dissesto idrogeologico, Prevenzione sismica: in Gazzetta il decreto che sblocca 700 milioni di investimenti

Sono stati sbloccati 700 milioni di euro, da investire in settori come l’edilizia scolastica e gli adeguamenti alle norme antisismiche.

È stato, infatti, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 77 del 01/04/2017 il Decreto Ministero dell'Economia e delle Finanze 14 marzo 2017 recante "Attribuzione degli spazi finanziari, per l'anno 2017, di cui all'articolo 1, commi da 485 a 494 della legge 11 dicembre 2016, n. 232 a favore degli enti locali" che individua gli spazi finanziari, riconosciuti in base alla legge di bilancio per il 2017 che ha individuato la relativa copertura finanziaria (articolo 1, commi da 485 a 494, della legge 11 dicembre 2016, n. 232), finalizzati a favorire gli investimenti, da realizzare attraverso l'utilizzo dei risultati di amministrazione degli esercizi precedenti e il ricorso al debito, nell’ambito di iniziative locali.

L’attribuzione degli spazi finanziari interessa tutto il territorio nazionale: per quanto riguarda il Nord, gli enti locali della Lombardia e del Piemonte hanno acquisito rispettivamente il 26,3% e 11,7% degli spazi finanziari complessivi; al Centro, gli enti locali del Lazio hanno fatto registrare una percentuale dell’8%; infine, al Sud le percentuali più rilevanti sono quelle degli enti locali di Campania e Puglia, rispettivamente il 6,9% e il 6,1%.

Nello specifico, gli spazi finanziari sono destinati a investimenti per:

  • Edilizia scolastica (428 milioni);
  • Dissesto idrogeologico (36 milioni);
  • Comuni con popolazione inferiore a 1.000 abitanti (23 milioni);
  • Adeguamento antisismico (22 milioni);
  • Comuni che hanno concluso i processi di fusione entro il 1 gennaio 2017 (20 milioni);
  • Comuni colpiti dagli eventi sismici (7 milioni);
  • Interventi edilizi diversi (164 milioni).

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

Documenti Allegati