FIRMATA INTESA TRA LA REGIONE E L’AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI

Il Protocollo sottoscritto a Roma da Lorenzetti e Giampaolino stabilisce la cooperazione tra le due istituzioni per il monitoraggio degli appalti e per un si...

28/07/2009
© Riproduzione riservata
Il Protocollo sottoscritto a Roma da Lorenzetti e Giampaolino stabilisce la cooperazione tra le due istituzioni per il monitoraggio degli appalti e per un sistema informativo integrato.
E’ stato firmato il 23 luglio scorso il protocollo d’intesa tra la Regione Umbria e l’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici che ridisegna, ampliandole, le competenze della sezione regionale dell’Osservatorio dei contratti pubblici. Il protocollo sottoscritto a Roma dai Presidenti Maria Rita Lorenzetti e Luigi Giampaolino, stabilisce una fattiva cooperazione tra le due istituzioni per effettuare il monitoraggio degli appalti e l’implementazione di un sistema informativo integrato.

Con questa intesa, sarà costituito infatti un sistema informativo integrato per l’acquisizione e la condivisione in tempo reale di dati, informazioni ed elaborazioni sui contratti pubblici per garantire un efficace ed efficiente sistema di monitoraggio del mercato degli appalti, sia a livello regionale che nazionale.
La costituzione della sezione regionale umbra, come quelle già avviate nei mesi scorsi con le regioni Calabria e Marche, da seguito al protocollo generale siglato con la Conferenza permanente Stato-Regioni del marzo 2008, con il quale si ponevano le basi per avviare stabili rapporti di cooperazione con tutte le regioni.

Come previsto dal Codice degli Appalti (D.Lgs. 163/2006), la sezione umbra dell’Osservatorio coopererà con la Sezione centrale dell’Osservatorio dei Contratti Pubblici per la raccolta ed elaborazione dei dati su bandi e avvisi di gara, aggiudicazioni ed affidamenti, imprese partecipanti, impiego della manodopera e relative norme di sicurezza, costi e scostamenti rispetto a quelli preventivati, tempi di esecuzione e modalità di attuazione degli interventi, ritardi e disfunzioni.
La struttura decentrata presso la Regione, d’intesa con i competenti uffici della sezione centrale dell’Osservatorio, ha anche il compito di effettuare verifiche sistematiche sulla regolarità degli obblighi di comunicazione, per l’aggiornamento continuo dei dati sugli appalti, individuando i soggetti inadempienti . Tutte le informazioni confluiranno nella banca dati nazionale sugli appalti e contribuiranno al suo costante aggiornamento.
Il “Protocollo d’intesa per la definizione dell’articolazione dell’Osservatorio dei contratti pubblici in una Sezione Centrale e una Sezione territoriale decentrata avente sede presso la regione Umbria” sarà pubblicato sul sito dell’Autorità.

Fonte: www.avcp.it