Friuli Venezia Giulia: stabilite le priorità del piano rifiuti

La Regione, su proposta dell'assessore all'Ambiente Sara Vito, ha definito l'articolazione del Piano regionale di gestione dei rifiuti e ha stabilito l'ordin...

18/01/2016
© Riproduzione riservata
Friuli Venezia Giulia: stabilite le priorità del piano rifiuti

La Regione, su proposta dell'assessore all'Ambiente Sara Vito, ha definito l'articolazione del Piano regionale di gestione dei rifiuti e ha stabilito l'ordine di priorità nella predisposizione dei documenti costituenti il Piano.

Sulla base di questi presupposti, il Piano regionale sarà riaggiornato e articolato anche con:

  • il Programma di prevenzione della produzione dei rifiuti;
  • i Criteri localizzativi degli impianti di recupero e smaltimento dei rifiuti;
  • il Piano gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti speciali;
  • il Programma di prevenzione e di gestione degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio;
  • il Programma per la riduzione dei rifiuti biodegradabili da collocare in discarica;
  • i Piani per la bonifica delle aree inquinate.

Oltre a questo, la Regione per ottimizzare la gestione ha inserito tra le priorità anche l'adeguamento del Piano di decontaminazione, smaltimento e bonifica dell'amianto. "Nelle Linee di indirizzo per la programmazione 2016-2018 dell'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente del Friuli Venezia Giulia è stato previsto l'aggiornamento della mappatura dell'amianto in regione, documento propedeutico alla definizione delle priorità degli interventi da attuare sul territorio. In considerazione dell'importanza dell'argomento e delle sue ripercussioni, anche in materia di rifiuti, si è ritenuto opportuno inserire tra i documenti che concorrono all'ottimizzazione della gestione dei rifiuti in regione anche un "Programma per la gestione dell'amianto", spiega Vito.

Tale documento dovrà essere predisposto in sinergia con la Direzione centrale Salute e con ARPA per garantire la massima difesa dai pericoli derivanti dall'amianto, sia per l'ambiente che per l'uomo, e ottimizzare le risorse regionali per lo smaltimento della specifica tipologia di rifiuto.

A cura di Ufficio Stampa Regione Friuli Venezia Giulia