Il factoring, uno strumento finanziario a disposizione delle imprese

Il factoring, uno dei principali strumenti finanziari a servizio delle aziende, ha registrato nel 2016 una sensibile crescita nel mercato italiano, rappresen...

25/01/2017
© Riproduzione riservata
Il factoring, uno strumento finanziario a disposizione delle imprese

Il factoring, uno dei principali strumenti finanziari a servizio delle aziende, ha registrato nel 2016 una sensibile crescita nel mercato italiano, rappresentando quasi il 12% del PIL.

Secondo i dati Assifact, l’Associazione Italiana per il Factoring, il volume d’affari complessivo (turnover) per i primi 10 mesi del 2016 rivela un +7,81% in benchmark con lo stesso periodo del 2015, con un aumento percentuale che raggiunge +5,17% per i crediti in essere e +5,20% per anticipi e corrispettivi pagati.

Questi valori dovrebbero, secondo le previsioni, essere confermati anche nel 2017, con un’aspettativa di crescita positiva per questo mercato.

Ma che cos’è il factoring?

Il factoring è uno strumento di credito che permette di realizzare contemporaneamente tre funzioni: finanziamento dell’impresa cedente; trasferimento dei rischi di inadempimento; esternalizzazione della gestione dei crediti.

Il factoring prevede un rapporto su base continuativa tra 3 soggetti:

  • il factor (o Banca): un operatore specializzato che si prende carico, gestisce e finanzia (ed eventualmente garantisce) tramite l’anticipazione una parte dei crediti commerciali di un’impresa dopo avere valutato la qualità del credito ed i soggetti debitori;
  • l’impresa: è il soggetto che cede il proprio credito commerciale al factor al fine di ottenere la liquidità di cui necessita;
  • il debitore ceduto: l’azienda (o la Pubblica Amministrazione) con la quale l’impresa cedente ha un contratto di fornitura.

Vi è spesso l’errata percezione che il factoring sia uno strumento finanziario marginale e/o di recupero di crediti difficilmente esigibili. Al contrario, la cessione del credito in un rapporto di factoring è indice di un’azienda attenta ai propri clienti, ai propri crediti e alla programmazione dei flussi di denaro, proprio perché questo strumento facilita la gestione d’impresa.

In questo contesto è sempre più importante, per aziende e Pmi italiane, individuare partner finanziari solidi ed affidabili, che garantiscano sicurezza e supporto nella crescita della propria attività.

Grazie allo strumento del factoring le imprese possono beneficiare di molteplici vantaggi; in particolare:

  • Finanziari: grazie al factoring aumenta la velocità di circolazione del capitale d’esercizio;
  • Commerciali: lo smobilizzo e l’anticipo di crediti non ancora scaduti permette all’azienda di avere maggiore liquidità per concentrarsi su nuovi sviluppi;

Un player importante in questo mercato è Banca IFIS Impresa, presente da più di trent’anni a fianco delle aziende Pmi per contribuire alla loro crescita attraverso un supporto finanziario quotidiano.

Con 26 Filiali in tutta Italia e oltre 5.000 clienti, le tipologie di aziende che Banca IFIS Impresa finanzia con l’anticipo del credito commerciale sono:

  • Imprese B2B che lavorano con altre aziende;
  • Imprese che lavorano con la Pubblica Amministrazione;

Proprio dalle esigenze delle imprese che lavorano con la Pubblica Amministrazione, Banca IFIS Impresa ha creato TiAnticipo, uno strumento che permette alle imprese che collaborano con gli Enti Pubblici di richiedere l’anticipo del credito commerciale certificato.

Come funziona TiAnticipo?

Le aziende che sono già in possesso di crediti certificati possono richiedere l’anticipo del credito e, una volta valutata e approvata la richiesta da parte del team di esperti di Banca IFIS Impresa, possono ottenere maggiore liquidità in tempi celeri.

Le aziende che vantano fatture non ancora certificate verso la P.A. (ad esclusione degli enti locali commissariati o degli enti del Servizio Sanitario Nazionale appartenenti alle regioni sottoposte a piano di rientro dai disavanzi sanitari) possono effettuare la certificazione tramite la piattaforma elettronica del Ministero dell’Economia e delle Finanza (MEF) e, una volta ottenuta, possono procedere a richiedere l’anticipo del credito a Banca IFIS Impresa.

Grazie al servizio TiAnticipo, Banca IFIS Impresa si conferma un partner finanziario affidabile e completo per le imprese italiane.

Visita il sito bancaifisimpresa.it per avere maggiori informazioni.

Tag: