Infrastrutture: Arriva il fondo di progettazione con una dotazione di 200 milioni di euro

Nella seduta del 20 dicembre 2018 è stata raggiunta, in Conferenza Unificata, l’intesa su due decreti, entrambi datati 6 novembre 2018, che destinano in tota...

27/12/2018
© Riproduzione riservata
Infrastrutture: Arriva il fondo di progettazione con una dotazione di 200 milioni di euro

Nella seduta del 20 dicembre 2018 è stata raggiunta, in Conferenza Unificata, l’intesa su due decreti, entrambi datati 6 novembre 2018, che destinano in totale 200 milioni di euro su più anni per la progettazione di infrastrutture da parte degli enti locali

In particolare, con il decreto di riparto del Fondo per la progettazione di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese, vengono destinati 110 milioni di euro dal 2018 al 2020 ai progetti di fattibilità di Piani urbani per la mobilità sostenibile (Pums) e a progetti relativi a opere portuali.

A seguito dell’intesa in Conferenza unificata, In sede di prima attuazione e in via sperimentale, i beneficiari delle risorse del capitolo 7008 "Fondo per la progettazione di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese, nonché per la project review delle infrastrutture già finanziate” di cui all’articolo 202, comma 1, lettera a del Codice dei contratti pubblici di cui al decreto legislativo 18 aprile 20 t16. n. 50 e successive modificazioni sono:

  • le 15 Autorità di sistema portuale, individuate ai sensi della legge 28 gennaio 1994, n. 84 e successive modificazioni;
  • le 14 Città Metropolitane, istituite con la legge del 7 aprile 2014, art. 56;
  • i 14 Comuni capoluogo di Città Metropolitane;
  • i 36 Comuni capoluogo di Regione o di Provincia autonoma e Comuni con popolazione superiore a 100.000 abitanti.

Le risorse stanziate per gli anni 2018, 2019 e 2020. sul predetto capitolo 7008 dello stato di previsione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, per complessivi 110 milioni di euro al netto di una quota pari allo 0,4 per cento accantonata per le finalità di cui all'articolo 1-quater, comma 4, del decreto legge 16 ottobre 2017, n. 148, convertito dalla legge 4 dicembre 20l7, n. 172, e destinata alle attivìtà di supporto e assistenzà tecnica connesse all’utilizzo del Fondo, sono cosi assegnate:

  • 29,88 milioni di euro alle 15 Autorità di sistema portuale;
  • 24,9 milioni di euro alle 14 Città Metropolitane;
  • 29,88 milioni di euro ai 14 comuni capoluogo di Citta Metropolitane;
  • 24,9 milioni di euro ai 36 Comuni capoluogo di regione o di provincia autonoma, non sede di città metropolitana, o con più dì l00.000 abitanti.

Con il decreto sul Fondo per la progettazione degli Enti locali ed a seguito dell’intesa raggiunta in Conferenza unificata, vengono inoltre ripartiti 90 milioni di euro in tre anni (30 milioni all’anno per il triennio 2018 - 2020) per il cofinanziamento della redazione dei progetti di fattibilità tecnica ed economica e la redazione dei progetti definitivi relativi alla messa in sicurezza degli edifici e delle strutture pubbliche, con priorità agli edifici e alle strutture scolastiche.

I beneficiari delle risorse dl fondo progettazione sono:

  • le 14 città metropolitane, istituite con la legge del 7 aprile 2014 n. 56;
  • le 86 province;
  • i comuni.

Le risorse stanziate per ogni anno dal 2018 al 2020 sul fondo progettazione, al netto dì una quota pari allo 0,5 per cento accantonata ai sensi dell'articolo l, comma 1081, della citata legge n. 205 del 2017 e destìnata alle attività di supportò e assistenza tecnica connesse all'utilizzo del Fondo sono così ripartite:

  • 4.975.000,00 euro euro alle città meiropolitane;
  • 12.437.500,00 euro alle province;
  • 12.4637.500,00 euro ai comuni.

In allegato i due decreti del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e precisamente il primo decreto relativo ai 110 milioni di euro ed il secondo decreto relativo ai 90 milioni di euro.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it