Interventi per l'efficienza energetica degli edifici pubblici: Al via la cabina di regia

Dopo l’insediamento al Ministero dello Sviluppo Economico della Cabina di Regia per l’efficienza energetica, entra nel vivo il programma di riqualificazione ...

02/03/2015
© Riproduzione riservata
Dopo l’insediamento al Ministero dello Sviluppo Economico della Cabina di Regia per l’efficienza energetica, entra nel vivo il programma di riqualificazione energetica degli edifici della Pubblica Amministrazione centrale.
Della Cabina di Regia, istituita in attuazione del decreto legislativo n. 102/2014 che ha recepito un’apposita Direttiva europea, fanno parte esponenti del MISE, del Ministero dell’Ambiente e rappresentanti di GSE ed Enea e tutte le iniziative prese saranno diffuse attraverso i siti Internet dei due Ministeri.
L’insediamento fa seguito alla pubblicazione del Decreto Ministero dello Sviluppo Economico 9 gennaio 2015 recante "Individuazione delle modalità di funzionamento della cabina di regia istituita per il coordinamento degli interventi per l'efficienza energetica degli edifici pubblici".

La riunione è servita infatti a fissare tempistiche stringenti per l’approvazione dei primi progetti di intervento e a definire il cronoprogramma delle attività per la messa a punto della strategia per la riqualificazione energetica del patrimonio immobiliare nazionale e per l’attivazione del Fondo Nazionale per l’efficienza energetica, con la rapida emanazione dei due decreti interministeriali previsti. E’ stato inoltre deciso di effettuare una mappatura dei certificati di prestazione energetica già esistenti per gli edifici della Pubblica Amministrazione centrale, in modo da accelerare il piano di interventi.

Ricordo, poi, che la cabina di regia ha la funzione di:
  • promuovere l'attuazione coordinata del piano di interventi di medio-lungo termine per il miglioramento della prestazione energetica degli immobili;
  • contribuire alla definizione del programma per la riqualificazione energetica degli edifici della pubblica amministrazione centrale;
  • assicurare il coordinamento delle misure per l'efficienza energetica attivate attraverso il Fondo nazionale per l'efficienza energetica;
  • coordinare interventi di formazione, di supporto alla predisposizione dei progetti e di pubblicità dei risultati;
  • favorire sinergie con le regioni per favorire lo sviluppo omogeneo dell'efficienza energetica degli edifici su tutto il territorio nazionale;
  • sostenere occasioni di dialogo con gli operatori del settore e con le istituzioni bancarie e finanziarie al fine di stimolare il mercato dei servizi energetici;
  • formulare proposte ai Ministri responsabili per migliorare l'efficacia delle misure per la promozione dell'efficienza energetica;
  • riferire, almeno due volte l'anno, sulle politiche per l'efficienza energetica al Ministro dello sviluppo economico e al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio con ipotesi di ulteriore promozione e sviluppo coordinato delle politiche di settore.

Link Correlati

Ministero