Miglioramento sismico della Residenza Sanitaria Assistenziale (R.S.A.) di Ragusa

L'appalto ha ad oggetto l’affidamento dei servizi di ingegneria ed architettura riguardanti la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva, il coordin...

01/03/2016
© Riproduzione riservata
Miglioramento sismico della Residenza Sanitaria Assistenziale (R.S.A.) di Ragusa

L'appalto ha ad oggetto l’affidamento dei servizi di ingegneria ed architettura riguardanti la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva, il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori, relazione geologica, direzione lavori, misura e contabilità inerenti all’intervento di miglioramento sismico del presidio ospedaliero “M.P. Arezzo” di Ragusa”.

I servizi richiesti consistono in:

  • Progettazione preliminare - Funzioni: Struttura S.06 Edilizia E10 e ImpiantiIA.01 - Secondo quanto disposto al Titolo II, Capo I, Sezione II del D.P.R. 207/10;
  • Progettazione definitiva - Funzioni: Struttura S.06 Edilizia E10 e Impianti IA.01 - Secondo quanto disposto al Titolo II, Capo I, Sezione III del D.P.R. 207/10
  • Progettazione esecutiva - Funzioni: Struttura S.06 Edilizia E10 e Impianti IA.01 - Secondo quanto disposto al Titolo II, Capo I, Sezione IV del D.P.R. 207/10
  • Esecuzione Lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione - Funzioni: Struttura S.06 Edilizia E10 e Impianti IA.01 - Secondo quanto disposto agli artt. 148, 151, 185, 194, del d.P.R. 207/10 e Reg. CE 1698/2005 e s.m.i.

L’importo stimato dei lavori oggetto della presente gara è pari ad € 5.400.000,00 comprensivi di oneri della sicurezza, secondo l’elencazione di cui alla Tav. Z-1 allegata al Decreto del Ministero della Giustizia 31 ottobre 2013 n. 143, come specificato nella seguente tabella:

Categorie

L’importo totale dei lavori riportato rappresenta una prima determinazione sommaria non suffragata da valutazioni progettuali di tipo analitico. Gli importi citati rappresentano, comunque, un limite economico per la determinazione dei compensi delle successive fasi di progettazione. Le singole categorie omogenee di lavorazioni potranno essere rideterminate in sede di progettazione.

L’onorario professionale delle prestazioni poste alla base della gara è stato redatto, così come risulta dal documento di progettazione allegato, in conformità al Decreto Ministeriale 31 ottobre 2013, n. 143, tenendo conto delle previsioni di cui all’art. 9, ultimo periodo, del decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27.

Importo complessivo dell’appalto a base di gara (compresa IVA 22% e Contributo Previdenziale CNPAIA 4%) € 847.872,00, così determinato:

  • importo onorario a base d’asta € 690.000,00;
  • importo contributo previdenziale (CNPAIA 4%) € 27.600,00;
  • Importo IVA 22%: € 157.872,00.

Modalità di determinazione del corrispettivo: appalto con corrispettivo a “corpo”, in misura fissa ed invariabile, per la realizzazione delle prestazioni indicate nel disciplinare d’incarico. L’importo dell’onorario offerto sarà riferito all’importo della stima sommaria delle opere da progettare riportato ai precedenti punti.

Stazione Appaltante
Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa
Piazza Igea n.1, 97100 - Ragusa
www.asp.rg.it, e-mail tecnico@asp.rg.it

Responsabile del procedimento
Arch. Maddalena Di Martino
maddalena.dimartino@asp.rg.it
maddalena.dimartino@pec.asp.rg.it ;

Codice CUP: I24H12000060001
Codice CIG: 6569750933

Condizioni relative all'appalto
Cauzioni e garanzie richieste

L'offerta dei concorrenti deve essere corredata da cauzione provvisoria e dall'impegno di un fideiussore per il rilascio della garanzia fidejussoria, nella misura e nei modi previsti dall'art.75 del Codice, relativamente alle sole prestazioni di direzione lavori e di coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, ai sensi di quanto statuito dall'art. 268 del D.P.R. n. 207/2010. In merito alle restanti attività oggetto del presente appalto, al progettista sarà richiesta la prestazione di una copertura assicurativa per la responsabilità civile e professionale, per i rischi derivanti dallo svolgimento delle attività di competenza ai sensi e nel rispetto di quanto prescritto dall'art. 111 del Codice.

Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia
L'appalto è finanziato giusta Determina n. 415 del 4.5.2015 del Dipartimento della Protezione Civile, Servizio Sismico Regionale, con la quale è stata adottata, ai sensi dell'art. 3, comma 3, dell'O.C.D.P.C52 del 20.2.2013, il relativo programma regionale per la realizzazione degli interventi di prevenzione del rischio simico di cui all'art. 2, comma 1 lett. b) e c) della medesima Ordinanza.

Pagamenti
La liquidazione del corrispettivo oggetto del presente appalto, conformemente a quanto prescritto nell'allegato schema di disciplinare di incarico, sarà così effettuata:

  • in merito all'attività progettuale, articolata nelle varie fasi della progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva, relazione geologica e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, la liquidazione delle relative competenze spettanti avverrà a seguito dell'avvenuta approvazione, tecnica ed amministrativa, del progetto esecutivo;
  • in merito alla Direzione lavori, coordinamento sicurezza in fase esecutiva, misura e contabilità, la liquidazione delle competenze spettanti avverrà in relazione agli stati di avanzamento emessi, con una trattenuta, per ciascun S.A.L., del 10 %; il saldo sarà liquidato ad avvenuta definizione e chiusura delle operazioni di collaudo dei lavori.

I pagamenti saranno effettuati a seguito di relativo accredito delle somme da parte del competente Dipartimento di Protezione Civile. Il pagamento del corrispettivo della prestazione oggetto dell'appalto verrà effettuato nel rispetto dei termini previsti dal D.Lgs. 9.10.2002, n. 231 come modificato ed integrato dal D.Lgs. 9.11.2012, n. 192. Nessun ritardo sarà addebitabile alla Stazione Appaltante in ordine ai tempi di accredito delle relative somme.

I pagamenti relativi a prestazioni svolte dal subappaltatore, solo con riferimento alle attività subappaltabili di cui all'art. 91, comma 3, del Codice, verranno effettuati dall'aggiudicatario che è obbligato a trasmettere, entro 20 giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato, copia delle fatture quietanzate con l'indicazione delle ritenute a garanzia effettuate.

Per quanto attiene ai pagamenti, trova applicazione l'art. 3 della legge 13.8.2010, n. 136 in tema di tracciabilità dei flussi finanziari.

Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell'appalto
Sono ammessi alla gara gli operatori economici indicati all'art. 90, comma 1 lett. d), e), f), f-bis), g) ed h) del codice, in possesso dei requisiti prescritti dai successivi paragrafi, di seguito indicati:

  • liberi professionisti singoli od associati nelle forme di cui alla legge 23.11.1939, n. 1815, (lett. d);
  • società di professionisti (lett. e);
  • società di ingegneria (lett. f);
  • prestatori di servizi di ingegneria ed architettura di cui alla categoria 12 dell'allegato IIA del Codice stabiliti in altri Stati membri, costituiti conformemente alla legislazione vigente nei rispettivi Paesi (lett. f-bis);
  • raggruppamenti temporanei (R.T.) costituti dai soggetti di cui ai punti precedenti ai quali si applicano le disposizioni dell'art. 37 del Codice in quanto compatibili (lett. g);
  • consorzi stabili di società di professionisti e società di ingegneria, anche in forma mista, formati da non meno di tre consorziati che abbiano operato nel settore dei servizi di ingegneria e architettura per un periodo di tempo non inferiore a cinque anni, e che abbiano deciso di operare in modo congiunto secondo le previsioni dell'art. 36 comma 1 del Codice (lett. h).

Le società di professionisti e di ingegneria dovranno indicare il legale rappresentante e dichiarare di possedere i requisiti richiesti dall'art. 90 comma 2 lett. a) e b) del Codice e artt. 254 e 255 del Regolamento.

Ai consorzi stabili di società di professionisti e di società di ingegneria si applicano le disposizioni di cui all'articolo 36, commi 4 e 5 e di cui all'articolo 253, comma 15 del Codice. Indipendentemente dalla natura giuridica del soggetto affidatario dell'incarico oggetto della procedura, lo stesso dovrà essere svolto da professionisti iscritti negli appositi albi previsti dai vigenti ordinamenti professionali, personalmente responsabili e nominativamente indicati già in fase di partecipazione alla gara, con la specificazione delle rispettive qualificazioni personali. Ai sensi dell'art. 90 comma 7 del Codice dovrà essere specificamente indicato il professionista incaricato dell'integrazione tra le varie prestazioni specialistiche. Nel gruppo di progettazione e di direzione lavori deve essere prevista la presenza di un coordinatore della sicurezza in fase di progettazione ed in fase di esecuzione. Il servizio di coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, ai sensi del D.Lgs. 81/08 è riservato a:

  • a) soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'art. 98 del suddetto decreto;
  • b) soggetti stabiliti in altri Stati, purché abilitati nei rispettivi paesi di origine a fornire il medesimo servizio.

Nel gruppo di progettazione deve essere prevista la presenza di un geologo, in quanto, ai sensi dell'art. 91 comma 3 del Codice, non è consentito il subappalto di prestazioni relative alla redazione della relazione geologica; si precisa che il subappalto è ammesso per le prestazioni d'opera riguardanti indagini geognostiche e geotecniche. Relativamente all'inquadramento del geologo nella struttura di progettazione, si rimanda alla Determinazione n. 3/2002 del 27.2.2002, dell'Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture, (confluita nell'ANAC) nella quale si afferma che il rapporto tra geologo e affidatario della progettazione può essere indifferentemente sia di natura indipendente, sotto forma di associazione temporanea, sia di natura subordinata, in qualità di dipendente, sia di natura parasubordinata, attraverso forme di collaborazione professionale coordinata e continuativa.

Tipo di procedura: Aperta

Criteri di aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati di seguito

  1. A) Professionalità ed adeguatezza dell'offerta. Ponderazione 40
  2. B) Caratteristiche qualitative e metodologiche dell'esecuzione del servizio. Ponderazione 35
  3. C) Ribasso percentuale indicato nell'offerta economica con riferimento al prezzo. Ponderazione 20
  4. D) Ribasso percentuale sul tempo di espletamento del servizio di progettazione. Ponderazione 5

Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione: 19 aprile 2016 - ore 12:00

Informazioni complementari
Non sono ammessi a partecipare alla gara: i soggetti privi dei requisiti generali di cui all'art. 38 del Codice (i casi di esclusione previsti dall'art. 38 del Codice non si applicano alle aziende o società sottoposte a sequestro o confisca ai sensi dell'articolo 12-sexies del decreto-legge 8.6.1992, n. 306, convertito, con modificazioni, dalla legge 7.8.1992, n. 356, o della legge 31.5.1965, n. 575 (ora artt. 20 e 24 del decreto legislativo n. 159 del 2011), ed affidate ad un custode o amministratore giudiziario, limitatamente a quelle riferite al periodo precedente al predetto affidamento, o finanziario);

Nel caso in cui ricorrano le condizioni di cui all'art. 86, comma 2,d del Codice, si procederà alla verifica delle offerte anormalmente basse, individuate ai sensi dell'art. 86 del Codice, secondo le modalità previste dagli artt. 87 e 88 del medesimo Codice; la Stazione Appaltante si riserva la facoltà di procedere contemporaneamente alla verifica di anomalia delle migliori offerte, non oltre la quinta, fermo restando quanto previsto ai commi da 1 a 5 dell'art. 88 del codice;

Si procederà all'aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida, sempre che sia ritenuta congrua e conveniente ai sensi dell'art. 86, comma 3, del Codice.

È facoltà della stazione appaltante di non procedere all'aggiudicazione della gara qualora nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all'oggetto del contratto o, se aggiudicata, di non stipulare il contratto d'appalto.

Fatto salvo l'esercizio dei poteri di autotutela, nei casi consentiti dalle norme vigenti e l'ipotesi di differimento espressamente concordata con l'aggiudicatario, il contratto di appalto verrà stipulato nel termine di almeno 35 giorni che decorre dalla data dell'invio dell'ultima delle comunicazioni del provvedimento di aggiudicazione definitiva divenuto efficace. Le spese relative alla stipulazione del contratto sono a carico dell'aggiudicatario.

Il subappalto è regolato dall'art. 118 del Codice, con i limiti previsti dall'art. 170 del Regolamento; nel dettaglio si rimanda al disciplinare di gara.

In osservanza alla normativa sulla tracciabilità dei flussi finanziari (art. 3 della legge n.136/2010 e s.m.i.) l'aggiudicatario assumerà tutti gli obblighi (conformemente a quanto indicato nel modello allegato al disciplinare di gara) e, pertanto, comunicherà gli estremi identificativi del numero di conto corrente bancario o postale, acceso presso una banca o presso la società Poste italiane SpA, sul quale questa Stazione Appaltante farà confluire tutte le somme relative all'appalto, nonché le generalità e il codice fiscale delle persone delegate ad operare su di esso; l'aggiudicatario si dovrà avvalere di tale conto corrente per tutte le operazioni relative all'appalto, compresi i pagamenti delle retribuzioni al personale da effettuarsi esclusivamente a mezzo bonifico bancario o postale. Quanto sopra, fermo restando che l'inosservanza degli obblighi previsti comporterà risoluzione per inadempimento contrattuale.

La stipulazione del contratto è, comunque, subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla mafia e al controllo del possesso dei requisiti prescritti. Troveranno applicazione, in quanto compatibili, le prescrizioni di cui alla direttiva del Ministro dell'Interno n. 0004610 del 23.6.2010 avente oggetto «Controlli antimafia preventivi nelle attività “a rischio” di infiltrazione da parte delle organizzazioni criminali», diramata dalla Prefettura — Ufficio territoriale del Governo — di Ragusa.