Prestazione professionale Gratuita: l'inferno in terra dei professionisti

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Du...

14/07/2016
© Riproduzione riservata
Prestazione professionale Gratuita: l'inferno in terra dei professionisti

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio".

Una delle chiavi di lettura delle Città Invisibili (1972) di Italo Calvino è rappresentata da una delle battute finali in cui l'autore raccolta i due modi per poter affrontare "l'inferno che abitiamo tutti i giorni". Cosa c'entra questo con il mondo professionale e le prestazioni gratuite?molto, forse troppo, perché spesso ciò che si prova a far durare nel tempo non sono solo gli esempi di virtuosismo ma anche quelli di immoralità.

Era il mese di febbraio di quest'anno quando è scoppiato il caso del Comune di Catanzaro (leggi articolo) con la proposta di incarico professionale a titolo gratuito per la redazione del Piano Strutturale Comunale (P.S.C.). Caso che ha portato alla deliberazione n. 17572 del 12 febbraio 2016 con la quale la Corte dei Conti ha affermato che l’indiretto vantaggio, anche economico, discendente dall’aver conseguito uno specifico incarico professionale, anche se gratuito, concorre ad accrescere il prestigio professionale e la notorietà da parte del progettista, e alla reazione indignata di Sindacati e Ordini professionali contro una pratica ritenuta eticamente, moralmente e giuridicamente ingiusta per chi lavora.

Ma, come spesso accade, il caso ha fatto scuola ed è stato replicato da un altro comune italiano.
È stato, infatti, pubblicato dal Comune di Calice al Cornoviglio (La Spezia) l'avviso di richiesta di manifestazione di interesse per il conferimento di incarico a titolo gratuito per la collaborazione professionale relativa alla verifica delle fessurazioni presenti in alcuni locali dell'immobile adibito ad uffici comunali. Incarico che sarà conferito previa selezione ad un esperto altamente qualificato con comprovata esperienza.

Sull'argomento, ricordiamo che l'ex AVCP (Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori) con la pronuncia n. 44496 del 10 maggio 2013 aveva stabilito l'irregolarità di un bando del Comune di Brolo (Messina) riguardante il “conferimento di incarico a titolo gratuito per la redazione dello studio geologico relativo al piano particolareggiato di recupero del centro storico”, affermando che la normativa vigente in tema di affidamenti di servizi tecnici non prevedeva la possibilità di prestazioni professionali gratuite e che tale gratuità costituirebbe un "indebito arricchimento da parte della Stazione Appaltante"

A questo punto ci aspettiamo l'intervento dei Consigli Nazionali dell'area tecnica che, dopo essersi espressi per il bando del Comune di Catanzaro (leggi articolo), farebbero bene a prendere posizione anche nel caso di specie.

A cura di Ing. Gianluca Oreto

Documenti Allegati