Professionisti tecnici: intesa con l’ente nazionale per il microcredito

Nuovo protocollo d'intesa per la Rete delle Professioni Tecniche (RPT), associazione che, ricordiamo, comprende, al suo interno, i Presidenti degli Ordini e ...

01/08/2017
© Riproduzione riservata
Professionisti tecnici: intesa con l’ente nazionale per il microcredito

Nuovo protocollo d'intesa per la Rete delle Professioni Tecniche (RPT), associazione che, ricordiamo, comprende, al suo interno, i Presidenti degli Ordini e Collegi Nazionali di: Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, Chimici, Dottori Agronomi e Dottori Forestali, Geologi, Geometri e Geometri Laureati, Ingegneri, Periti Agrari e Periti Agrari Laureati, Periti Industriali e Periti Industriali Laureati e Tecnologi Alimentari.

L'accordo è stato sottoscritto dal Coordinatore RPT Armando Zambrano e dal Presidente dell’Ente Nazionale per il Microcredito (ENM) Mario Baccini.

La sinergia con i Professionisti tecnici - ha dichiarato Mario Baccini, presidente dell'Ente Nazionale per il Microcredito - è importante per sostenere una politica di welfare attivo che si concretizza attraverso le opportunità offerte dalla via italiana al microcredito e che può essere un volano per l’economia del Paese. Lo sviluppo e la sostenibilità di queste attività passano attraverso la formazione e il network di opportunità che si sostanziano della operatività capillare dei giovani professionisti sul territorio”.

La firma di questo Protocollo d’intesa – ha affermato Armando Zambrano – rappresenta un ulteriore importante passo in avanti della Rete nella sua attività di interlocuzione con le istituzioni. Lo scopo è quello di migliorare l’attività lavorativa di tutti gli iscritti agli ordini e Collegi aderenti alla Rete. Questa iniziativa consentirà agli studi professionali di organizzarsi attraverso meccanismi rispettosi delle esigenze dei singoli professionisti. La presenza sul territorio degli Sportelli della Rete Microcredito consentirà una rapida diffusione dell’iniziativa. In questo senso ci aspettiamo che i rappresentanti dei nostri Ordini e Collegi territoriali la sostengano e la incentivino”.

"Il Protocollo - riporta un comunicato stampa della RPT - prevede lo svolgimento di attività comuni di ricerca, studio e monitoraggio, oltre alla promozione di misure di sostegno a favore dei giovani professionisti che hanno subito gli effetti della crisi con maggiore evidenza. Inoltre, l’accordo prevede la collaborazione all'ideazione, creazione e sperimentazione di strumenti di microcredito innovativi a supporto delle attività e del reddito dei giovani professionisti".

"Attraverso il Protocollo - continua il comunicato - l’ENM, tra le altre cose, garantirà l'informazione costante alla RPT su programmi microfinanziari e incentivi destinati all'avvio di autoimpiego e microimpresa, che prevedono tra i propri beneficiari anche i liberi professionisti. Inoltre ospiterà presso gli Sportelli della Rete Microcredito i professionisti che desiderassero svolgere a titolo gratuito attività di consulenza e accompagnamento specialistico nei confronti degli utenti degli Sportelli".

"La RPT - conclude - collaborerà con gli esperti dell'ENM all’ideazione e creazione di misure e strumenti di microfinanza sperimentali a supporto dell'attività dei giovani professionisti e individuerà i professionisti che intendono svolgere attività di consulenza specialistica nei confronti degli utenti degli Sportelli della Rete Microcredito. I due enti, inoltre, sperimenteranno forme di collaborazione anche nella formazione di giovani e nella promozione di tirocini e stage presso pubbliche amministrazioni italiane e organismi comunitari nelle materie del welfare e del microcredito".

A cura di Redazione LavoriPubblici.it