Terremoto: In Gazzetta due nuove Ordinanze della Protezione civile

Sulla Gazzetta uffciale n. 45 del 23 febbraio 2017 sono state pubblicate due ulteriori Ordinanze del Capo Dipartimento della Protezione. Sono entrambe datate...

24/02/2017
© Riproduzione riservata
Terremoto: In Gazzetta due nuove Ordinanze della Protezione civile

Sulla Gazzetta uffciale n. 45 del 23 febbraio 2017 sono state pubblicate due ulteriori Ordinanze del Capo Dipartimento della Protezione. Sono entrambe datate 16 febbrauio 2017 e portano i numeri 437 e 438.

L’Ordinanza n. 437 disciplina interventi urgenti conseguenti il maltempo che ha colpito le regioni Lazio, Marche e Umbria nella seconda decade di gennaio con la precisazione che le misure straordinarie e urgenti e i poteri introdotti da questa ordinanza per i territori del Lazio, dell’Umbria e delle Marche - interessati dal maltempo di gennaio e già colpiti dagli eventi sismici che si sono verificati sul territorio del centro Italia a partire dal 24 agosto 2016 (individuati secondo quanto previsto dall’articolo 1, comma 1, del decreto legge n. 189/2016 convertito, con modificazioni, dalla legge 229/2016), sono definite dall’ordinanza “integrative” rispetto a quelle messe in campo in seguito agli eventi sismici del 24 agosto e successivi. Il monitoraggio e la rendicontazione delle spese sostenute per queste attività seguiranno le modalità di rendicontazione già definite dalle precedenti ordinanze relative all'emergenza terremoto. Con l’ordinanza vengono dispilinate:

  • la ricognizione dei fabbisogni del patrimonio pubblico con gli interventi messi in opera da Componenti e Strutture di ripristino degli edifici pubblici strategici, dei servizi essenziali danneggiati compresi quelli del settore sanitario, delle scuole, dei beni culturali o vincolati, gli interventi di ripristino delle infrastrutture delle reti elettriche, del gas, delle condutture idriche e fognarie, delle telecomunicazioni, dei trasporti e della viabilità, gli interventi di sistemazione idraulica ed idrogeologica;
  • la ricognizione dei fabbisogni del patrimonio privato con gli interventi di ripristino degli edifici privati, anche vincolati;
  • la ricognizione dei fabbisogni delle attività economiche e produttive con gli interventi di ripristino delle strutture, degli impianti, dei macchinari, delle attrezzature danneggiati e il prezzo delle scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti.

L’Ordinanza n. 438 prevede ulteriori interventi urgenti di protezione civile in seguito agli eventi sismici che hanno colpito il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo a partire dal 24 agosto 2016. Con la nuova ordinanza vengono disciplinati:

  • le proroghe adempimenti per i Comuni colpiti dal sisma con la proroga il termine per gli adempimenti relativi al Piano triennale per la prevenzione della corruzione e al Piano triennale per la trasparenza e l’integrità 2016-2018;
  • il potenziamento del trasporto pubblico locale in Umbria e Abruzzo con l’autorizzazione alle Regioni Umbria e Abruzzo a predisporre interventi immediati di potenziamento della capacità del trasporto pubblico locale tra i comuni di cui agli allegati 1 e 2 al decreto-legge n. 189 del 2016 e le località in cui sono temporaneamente ospitati, in strutture alberghiere, i cittadini di quei comuni;
  • il ripristino della capacità di risposta alle emergenze del Servizio Nazionale con l’autorizzazione ad avviare immediatamente e con procedure d’urgenza le attività finalizzate al ripristino, al ricondizionamento, alla manutenzione straordinaria e al reintegro delle attrezzature e dei mezzi impiegati dal Servizio Nazionale della Protezione Civile per l’assistenza e il soccorso in Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it