Terremoto centro-Italia/1: Istituzione Comitato tecnico-scientifico

Con l’Ordinanza n. 11 del 9 gennaio 2017 del Commissario del Governo per la ricostruzione nei territori interessati dal sisma del 24 agosto 2016 recante “Ist...

13/01/2017
© Riproduzione riservata
Terremoto centro-Italia/1: Istituzione Comitato tecnico-scientifico

Con l’Ordinanza n. 11 del 9 gennaio 2017 del Commissario del Governo per la ricostruzione nei territori interessati dal sisma del 24 agosto 2016 recante “Istituzione e funzionamento del Comitato Tecnico Scientifico della Struttura del Commissario straordinario del Governo per la ricostruzione nei territori dei Comuni delle Regioni di Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dall’evento sismico del 24 agosto 2016” entrata in vigore il 11 gennaio scorso (giorno successivo alla data di pubblicazione della stessa sul sito istituzionale della Struttura Commissariale) viene istituito il Comitato Tecnico-Scientifico di cui all’articolo 50, comma 5, del decreto legge n. 189/2016 convertito dalla legge n. 229/2016, che è composto da seguenti esperti di comprovata esperienza in materia giuridica, di urbanistica, ingegneria sismica, tutela e valorizzazione dei beni culturali:

  1. Prof. Alessandro Balducci, Professore Ordinario di Tecnica e Pianificazione Urbanistica presso il Politecnico di Milano e membro dell’unità di missione “Casa Italia”;
  2. Prof. Massimiliano Rinaldo Barchi, Direttore del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia;
  3. Prof. Antonio Borri, Professore Ordinario di Scienza delle Costruzioni presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia;
  4. Prof. Ing. Franco Braga, già Professore Ordinario di Tecnica delle Costruzioni e Costruzioni in zona sismica presso il Dipartimento di Ingegneria Strutturale e geotecnica della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma “La Sapienza”;
  5. Prof.ssa Marina D’orsogna, Professore Ordinario di Diritto amministrativo presso l’Università degli Studi di Teramo;
  6. Prof. Mauro Dolce, Direttore Generale del Dipartimento della Protezione Civile;
  7. Prof. Valter Fabietti, Professore Ordinario di Urbanistica presso l’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Chieti – Pescara;
  8. Prof.ssa Maria Cristina Forlani, Professore Ordinario di Tecnologia dell’Architettura presso l’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Chieti – Pescara;
  9. Dott. Fausto Guzzetti, Direttore dell’Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica del Consiglio Nazionale delle Ricerche;
  10.  Arch. Daniele Cesare Maria Iacovone, già Direttore della Direzione Regionale Urbanistica e Territorio della Regione Lazio;
  11.  Prof. Stefano Lenci, Professore Ordinario in Scienza delle Costruzioni presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile ed Architettura dell’Università Politecnica delle Marche;
  12.  Arch. Gianluca Marcantonio, componente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici;
  13.  Ing. Arch. Massimo Mariani, Presidente eletto del Consiglio Direttivo dell’European Council of Civil Engineers;
  14.  Prof.ssa Marsella Maria Antonietta, Professoressa Associata di Geomatica al Dipartimento di ingegneria civile, edile ed ambientale presso l’Università di Roma “ La Sapienza”;
  15.  Prof. Massimo Sargolini, Professore Ordinario di Urbanistica presso l’Università degli Studi di Camerino.

Salvi i casi di revoca o di dimissioni, i componenti del Comitato Tecnico-Scientifico durano in carica fino al 31 dicembre 2018 in coerenza con la scadenza della gestione commissariale individuata dall’art. 1, comma 4, del decreto legge n. 189 del 2016.

Per la partecipazione al Comitato Tecnico-Scientifico non è prevista la corresponsione di gettoni di presenza, compensi o altri emolumenti comunque denominati.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it