Terremoto centro-Italia: Allestimento e gestione delle aree di accoglienza temporanee in container

Il Capo Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio il 12 novembre ha firmato l’ordinanza n. 406 avente ad oggetto le misure per lo svolgimento del...

14/11/2016
© Riproduzione riservata
Terremoto centro-Italia: Allestimento e gestione delle aree di accoglienza temporanee in container

Il Capo Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio il 12 novembre ha firmato l’ordinanza n. 406 avente ad oggetto le misure per lo svolgimento delle procedure per il noleggio di moduli abitativi temporanei- container, che devono prevedere tempistiche accelerate in considerazione della necessità di assistere con urgenza, dato l’arrivo della stagione invernale, la popolazione colpita; tali misure sono state definite con il parere favorevole dell’ANAC anche perché all’articolo 1, comma 5 dell’ordinanza stessa viene precisato che “In considerazione dell'estrema urgenza delle forniture di cui al comma 1, finalizzate all’allestimento e gestione delle aree di accoglienza della popolazione interessata dall’evento, nonché alle attività di assistenza alle persone si provvede con i poteri di cui all’art. 2 del citato decreto-legge n. 205/2016 e di quelli di cui all’art. 3, comma 5, dell’ordinanza n. 394/2016, citata in premessa. Nell’espletamento delle procedure di cui al presente articolo è altresì autorizzato il ricorso all’ulteriore deroga alle seguenti disposizioni del decreto legislativo 18 aprile 2016 n. 50, nei termini indicati:

  • art. 31, allo scopo di consentire la nomina dei responsabili unici del procedimento e dei direttori dell’esecuzione nell’ambito del personale dei Comuni presso cui saranno installati i moduli abitativi, nonché del personale delle altre componenti e strutture operative del Servizio Nazionale della Protezione Civile;
  • art. 63, comma 6, anche all’ulteriore scopo di consentire la più ampia partecipazione alla procedura negoziata degli operatori economici;
  • art. 68, allo scopo di consentire il reperimento, nel più breve tempo possibile, dei moduli abitativi;
  • art. 74, comma 4, allo scopo di accelerare le procedure di aggiudicazione;
  • art. 75, comma 3, allo scopo di consentire l’utilizzo di mezzi straordinari nell’invito dei candidati;
  • art. 79, allo scopo di consentire una rapida definizione della procedura di aggiudicazione, onde accelerare la fornitura dei moduli abitativi;
  • art. 97, commi 2 e 5, allo scopo di consentire una rapida definizione della procedura di aggiudicazione, onde accelerare la fornitura dei moduli abitativi.

Sono oggetto del provvedimento le misure per lo svolgimento delle procedure per il noleggio di moduli abitativi temporanei- container, che devono prevedere tempistiche accelerate in considerazione della necessità di assistere con urgenza, dato l’arrivo della stagione invernale, la popolazione colpita.  Come previsto dal Decreto Legge n. dell’11 novembre 2016, il Dipartimento si avvale del supporto di Consip S.p.A per l’espletamento delle procedure negoziate per acquisire i servizi e le forniture necessarie.

Il provvedimento disciplina, inoltre, la nomina del responsabile unico del procedimento e del direttore dell’esecuzione, da individuare tra il personale del Dipartimento della Protezione Civile, dei Comuni interessati - se compatibile con la loro capacità operativa – e tra il personale qualificato segnalato delle componenti e strutture operative del Servizio Nazionale della Protezione Civile. L’ordinanza stabilisce, infine, che i costi per l’allestimento e la gestione di queste aree di accoglienza sono coperti dalle risorse stanziate dal Consiglio dei Ministri per la gestione dell’emergenza, come previsto dalle delibere del Consiglio dei Ministri del 25 agosto 2016, del 27 e del 31 ottobre 2016.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it