Terremoto centro-Italia: Ulteriore delibera CdM con ulteriore stanziamento di 30 milioni

Sulla Gazzetta ufficiale n. 24 del 30 gennaio 2017 è stata pubblicata la delibera del Consiglio dei Ministri 20 gennaio 2017 recante “Estensione degli effett...

31/01/2017
© Riproduzione riservata
Terremoto centro-Italia: Ulteriore delibera CdM con ulteriore stanziamento di 30 milioni

Sulla Gazzetta ufficiale n. 24 del 30 gennaio 2017 è stata pubblicata la delibera del Consiglio dei Ministri 20 gennaio 2017 recante “Estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottato con la delibera del 25 agosto 2016 in conseguenza degli ulteriori eventi sismici che il giorno 18 gennaio 2017 hanno colpito nuovamente il territorio delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, nonché degli eccezionali fenomeni meteorologici che hanno interessato i territori delle medesime Regioni a partire dalla seconda decade dello stesso mese”.

Con la delibera in argomento il Consiglio dei Ministri, ai sensi e per gli effetti dell'art. 5, commi 1 e 1-bis, della legge 24 febbraio 1992, n. 225, ha esteso gli effetti dello stato di emergenza dichiarato con delibera del 25 agosto 2016, in conseguenza degli ulteriori eventi sismici che il giorno 18 gennaio 2017 hanno colpito nuovamente il territorio delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, nonché degli eccezionali fenomeni meteorologici che hanno interessato i territori delle medesime regioni a partire dalla seconda decade dello stesso mese.

Nella delibera è, anche, precisato che per il proseguimento dell'attuazione dei primi interventi, nelle more della ricognizione in ordine agli effettivi e indispensabili fabbisogni si provvede nel limite di un ulteriore stanziamento di euro 30 milioni.

In considerazione della gravità dell'evento e dell'esigenza di tempestiva rimodulazione e potenziamento del dispositivo di soccorso e assistenza alla popolazione, le ulteriori ordinanze del Capo Dipartimento della protezione civile sono adottate per i trenta giorni successivi alla delibera in argomento.

                                               A cura di Redazione LavoriPubblici.it