Bando di concorso internazionale per la progettazione, opera da 10 milioni di euro

Il progetto vincitore realizzerà la nuova scuola di Scandicci dopo l'accordo tra Comune e Ordine degli Architetti di Firenze: domande entro il 23 marzo

di Redazione tecnica - 17/01/2022
© Riproduzione riservata
Bando di concorso internazionale per la progettazione, opera da 10 milioni di euro

Il Comune di Scandicci (Firenze) ha pubblicato il bando per il concorso internazionale di progettazione della nuova scuola secondaria di primo grado Fermi, che sarà costruita nell'area Turri assieme alla nuova scuola di musica, ad un auditorium e a due palestre.

Progettazione scuola di Scandicci: il concorso internazionale di progettazione

L'istituto sarà finanziato con 10 milioni di euro, grazie alla partecipazione del Comune al bando del Ministero dell'Interno “per contributi finalizzati a progetti di rigenerazione urbana”, all’interno del Piano nazionale di ripresa e resilienza Pnrr. La giuria del concorso è composta dagli architetti Sandy Farag Attia (presidente), Marta Baretti, Lorenzo Paoli, Gianfranco Franchi e dall'ingegner Samuele Borri.

Il progetto sarà affidato al vincitore del concorso che è stato predisposto a seguito di un accordo tra il Comune di Scandicci e l'Ordine degli Architetti di Firenze. I professionisti potranno inviare gli elaborati dal 21 marzo fino alle ore 12 del 23 marzo.

Sono previsti premi per i primi cinque classificati: la selezione è fatta in due fasi e ha come oggetto lo sviluppo del progetto per la nuova scuola Fermi e del masterplan della riqualificazione dell’intera area Turri, per la quale la Giunta comunale a fine 2020 ha già approvato il “Documento di fattibilità delle alternative progettuali”. Al vincitore del concorso sarà affidata la progettazione della scuola.

La Scuola Fermi sarà costruita nell’area Turri accanto alla fermata Aldo Moro della tramvia, assieme alla nuova scuola di musica, a due palestre e ad un auditorium, e avrà 24 spazi aula.

Ordine degli architetti di Firenze: il concorso garantisce la qualità della progettazione

“Ancora un concorso di progettazione per un'opera importante della nostra area metropolitana - ha commentato il presidente dell'Ordine degli Architetti di Firenze Pier Matteo Fagnoni - sarà lo strumento per realizzare la scuola Fermi a Scandicci.Lo strumento del concorso consente di realizzare opere che garantiscono la migliore qualità in relazione all'investimento. L'Ordine degli Architetti di Firenze ha fatto, in questi anni, un grande lavoro su questi temi impegnandosi per collaborare con le amministrazioni pubbliche affinché le opere venissero progettate attraverso i concorsi. La battaglia più impegnativa è stata fatta per lo stadio di Firenze".

L'Ordine e la Fondazione degli Architetti si sono inoltre resi disponibili sia per la scuola Fermi sia per lo stadio Franchi, a mettere a disposizione gli spazi della Palazzina Reale per ospitare una mostra nella quale mostrare alla cittadinanza gli esiti del concorso.

“Il concorso per la nuova scuola Fermi - hanno aggiunto il coordinatore del concorso Tommaso Barni e il Rup, l'ingegner Paolo Calastrini - e per il masterplan dell'area Turri è sicuramente una delle occasioni virtuose in modo da disegnare una parte di città attraverso un concorso di progettazione ben delineato e con una giuria di alto profilo”.

Infine, il parere del sindaco di Scandicci, Sandro Fallani: “La nuova Fermi sarà il benvenuto a Scandicci per chi arriva da Firenze. Una scuola di ultima generazione come primo segno cittadino rappresenta le fondamenta della nostra identità, che da sempre è basata sul sapere e sul pensiero”.