Regione siciliana: 149 Comuni in “zona arancione”

Anche la tutta Sicilia, non passerà lunedì 17 in zona arancione, salgono a 149 i Comuni per i quali è attualmente disposta la "zona arancione"

di Redazione tecnica - 15/01/2022
© Riproduzione riservata
Regione siciliana: 149 Comuni in “zona arancione”

Mentre ieri il Ministro della Salute Roberto Speranza, a seguito delle risultanze del Comitato tecnico scientifico non ha fatto scattare la zona arancione per la Regione siciliana, il Presidente Nello Musumeci con l’Ordinanza 14 gennaio 2022, n. 4, ha posto altri 14 Comuni siciliani in "zona arancione" da domenica 16 sino a mercoledì 26 gennaio (compreso): l’ordinanza ha fatto seguito alla su proposta del dipartimento regionale Asoe (Dipartimento per le attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico), per contenere i contagi da Coronavirus.

Zona arancione in 149 Comuni

Le misure restrittive anti Covid saranno in vigore nei seguenti territori: Licata nell'Agrigentino; Mazzarino, Niscemi, Mussomeli, Riesi, San Cataldo e Vallelunga Pratameno nel Nisseno; Borgetto, San Cipirello, Trappeto, Blufi, Petralia Soprana, Altofonte e Villabate, nel Palermitano.

La nuova Ordinanza fa seguito:

  • all’Ordinanza 13 gennaio n. 3 con cui era scattata la "zona arancione" dal 15 al 26 gennaio per i Comuni siciliani di Agrigento, Messina, Trapani, Acquedolci, Alì Terme, Capri Leone, Caronia, Castell’Umberto, Castroreale, Cesarò, Falcone, Francavilla di Sicilia, Furci Siculo, Furnari, Gaggi, Giardini Naxos, Gioiosa Marea, Gualtieri Sicaminò, Letojanni, Librizzi, Lipari, Mazzarrà Sant’Andrea, Merì, Milazzo, Militello Rosmarino, Monforte San Giorgio, Montalbano Elicona, Naso, Nizza di Sicilia, Novara di Sicilia, Oliveri, Pace del Mela, Pagliara, Patti, Roccalumera, Roccavaldina, Rodì Milici, Rometta, Santa Lucia del Mela, Savoca, San Filippo del Mela, San Fratello, San Teodoro, Sant’Agata di Militello, Santa Teresa di Riva, Santo Stefano di Camastra, Saponara, Scaletta Zanclea, Sinagra, Spadafora, Taormina, Terme Vigliatore, Torregrotta, Tortorici, Tusa, Venetico, Villafranca Tirrena, Alcamo, Buseto Palizzolo, Calatafimi Segesta, Campobello di Mazara, Castellammare del Golfo, Castelvetrano, Custonaci, Erice, Favignana, Gibellina, Marsala, Mazara del Vallo, Paceco, Pantelleria, Partanna, Petrosino, Poggioreale, Salaparuta, Salemi, San Vito Lo Capo, Santa Ninfa, Valderice, Vita, Raffadali, Santa Margherita di Belice, Siculiana, Favara, Grotte, Santo Stefano Quisquina, Alessandria della Rocca, Porto Empedocle e Misterbianco;
  • all’Ordinanza 12 gennaio 2022, n. 2 con cui era scattatta la "zona arancione" dal 14 al 26 gennaio per i Comuni siciliani di Buccheri, Buscemi e Ferla ed era stata prorogata fino al 19 gennaio per il Comune di Ribera;
  • all’Ordinanza 7 gennaio 2022, n. 1 con cui era scattata la “zona arancione” dal 9 al 19 gennaio per i Comuni siciliani di Agira, Aidone, Assoro, Augusta, Avola, Barrafranca, Calascibetta, Caltanissetta, Canicattì, Canicattini Bagni, Capizzi, Carlentini, Catenanuova, Centuripe, Cerami, Enna, Floridia, Francofonte, Gagliano Caste/ferrato, Gela, Lentini, Leonforte, Melilli, Nicosia, Nissoria, Noto, Pachino, Palazzolo Acreide, Palma di Montechiaro, Piazza Armerina, Pietraperzia, Portopalo di Capo Passero, Priolo Gargallo, Regalbuto, Rosolini, Siracusa, Solarino, Sortino, Sperlinga, Troina, Valguarnera Caropepe e Villarosa.

Anche se tutta la Sicilia, non passerà lunedì 17 in zona arancione, salgono così a 149 i Comuni per i quali è attualmente disposta, con Ordinanze regionali, la "zona arancione".

Accedi e segui lo speciale Coronavirus Covid-19