Fotovoltaico e detrazioni fiscali: dall’Ecobonus al Superbonus

Gli adempimenti necessari per passare dall’ecobonus 50% al superbonus 110% per l’istallazione dell’impianto fotovoltaico

di Redazione tecnica - 06/04/2021
© Riproduzione riservata
Fotovoltaico e detrazioni fiscali: dall’Ecobonus al Superbonus

Il 2021 (e probabilmente anche il 2022) è un anno ricco di possibilità per il fotovoltaico: dalle detrazioni fiscali per il recupero del patrimonio edilizio e la riqualificazione energetica degli edifici, arrivando fino al superbonus 110% previsto dal Decreto Legge n. 34/2020 (Decreto Rilancio).

Bonus fotovoltaico 50%

La Legge di Bilancio 2021 ha, infatti, esteso fino alla fine dell’anno molte delle detrazioni fiscali previste per il settore edile, tra le quali quelle per le ristrutturazioni edilizie che si portano dietro anche l’istallazione degli impianti fotovoltaici.

Con l’art. 16-bis del DPR n. 917/1986 (TUIR) è stata prevista una detrazione fiscale del 36%, incrementata per tutto il 2021 al 50%, delle spese sostenute per alcuni interventi tra i quali quelli elencati alle lettere b), c) e d) dell’articolo 3 del DPR n. 380/2001 (Testo Unico Edilizia). In particolare, si tratta degli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e sulle loro pertinenze.

Considerato che la posa in opera di pannelli fotovoltaici è annoverabile tra gli interventi di manutenzione straordinaria, anche questa può accedere alla detrazione fiscale del 50%, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare.

Bonus fotovoltaico 110%

Ma per tutto il 2021 e fino al 30 giugno 2022 (da confermare), i contribuenti possono accedere ad una detrazione del 110% anche per l’istallazione del fotovoltaico. L’art. 119, comma 5 del Decreto Rilancio ha, infatti, previsto che l’istallazione del fotovoltaico contestuale alla realizzazione di uno degli interventi trainanti, possa accedere al bonus 110%.

In particolare, nel caso sia realizzato uno degli interventi di ecobonus 110% (e verificato il doppio salto di classe energetica) o sismabonus 110%, il contribuente può portare in detrazione fiscale al 110% altre spese, sempre se effettuate congiuntamente, tra le quali l’installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica e sistemi di accumulo integrati negli impianti solari fotovoltaici agevolati contestuale o successiva all’installazione degli impianti medesimi.

L’art. 119, comma 5 del Decreto Rilancio estende il bonus 110% all’installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica su edifici ai sensi dell'articolo 1, comma 1, lettere a), b), c) e d), del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412 ovvero di impianti solari fotovoltaici su strutture pertinenziali agli edifici, fino ad un ammontare complessivo delle stesse spese non superiore a euro 48.000 e comunque nel limite di spesa di euro 2.400 per ogni kW di potenza nominale dell'impianto solare fotovoltaico, da ripartire tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo e in quattro quote annuali di pari importo per la parte di spesa sostenuta nell’anno 2022, sempreché l'installazione degli impianti sia eseguita congiuntamente ad uno degli interventi di cui ai commi 1 o 4 del presente articolo. In caso di interventi di cui all'articolo 3, comma 1, lettere d), e) e f), del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, il predetto limite di spesa è ridotto ad euro 1.600 per ogni kW di potenza nominale.

OK allo sconto in fattura e la cessione del credito

Sia nel caso di bonus 50% che di superbonus 110%, le spese sostenute per l’istallazione degli impianti fotovoltaici possono essere detratte in dichiarazione dei redditi o fruite mediante le due opzioni alternative previste dall’art. 121 del Decreto Rilancio:

  • lo sconto in fattura;
  • la cessione del credito.

Ma, attenzione. Perché mentre nel caso di superbonus 110% si può optare per le due modalità per le spese sostenute negli anni 2020, 2021 e 2022, nel caso l’impianto fotovoltaico accede al bonus 50%, sconto in fattura e cessione del credito potranno esser utilizzate solo per le spese sostenute nel biennio 2020-2021.