Generazione ANACI, le borse di studio per futuri amministratori

L’Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari lancia un innovativo percorso formativo per giovani amministratori di condominio e immobili

di Redazione tecnica - 31/07/2022
© Riproduzione riservata
Generazione ANACI, le borse di studio per futuri amministratori

Credere nei giovani e farlo concretamente, investendo con convinzione su di essi. Su questi presupposti  ANACI, l’Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari ha istituito “Generazione ANACI”, la prima Borsa di Studio dedicata alla formazione teorico pratica dei giovani amministratori di condominio e immobili.

Generazione ANACI: nasce la borsa di studio per giovani amministratori

Il progetto, la cui partenza è prevista a settembre, nasce dalla consapevolezza che le competenze e le esperienze maturate dagli amministratori Anaci siano delle risorse per la costruzione dell’amministratore del futuro, con un percorso formativo approfondito, articolato, autorevole che porti alla creazione di una base di amministratori giovani preparati, aperti alla formazione continua e legati al tessuto associativo.

Nello specifico, il corso, a cui saranno ammessi 30 giovani, sarà svolto secondo i principi del DM n. 140/2014, avrà una durata di 120 ore e si svolgerà in più sedi ANACI in diverse città italiane. Alla fine del corso è previsto un esame scritto e orale propedeutico per poter svolgere poi lo stage di quattro settimane nello studio di un Amministratore ANACI in una città diversa dalla sede di residenza.

Ai Borsisti che avranno seguito almeno 72 ore di Corso e in esito del superamento con profitto dell’esame verrà rilasciato l’attestato qualificazione professionale.

Un percorso formativo di alto livello

Sulla creazione della Borsa di Studio ha espresso soddisfazione il Presidente nazionale ANACI, Francesco Burrelli:Già nel congresso straordinario di Verona nel 2016 era stato modificato lo statuto, inserendo per la prima volta nella storia di ANACI che i giovani avrebbero fatto parte della giunta e che sarebbero stati il fine dell’associazione. La proposta ha avuto il suo seguito poiché ANACI ha continuato a credere ed investire sui giovani affinché non venisse mai meno l’aggiornamento su tematiche specifiche che coinvolgono l’attività dell’amministratore, dalla transizione ecologica, digitale e della sicurezza, dalla mobilità alla casa intelligente sino alle comunità energetiche: argomenti nuovi che non possono non far parte del bagaglio dell’amministratore”. Continua Burrelli: “Questo innovativo percorso formativo garantisce lo studio e rappresenta un’occasione di una crescita professionale che può allargare orizzonti a 360 gradi, e fa parte del progetto strategico su cui ANACI investe tempo e risorse economiche per formare gli amministratori del patrimonio immobiliare  e la conoscenza, l’aggiornamento continuo, la possibilità di essere sempre connessi sarà il valore aggiunto per la nostra professione”.

La commissione del progetto è costituita dal coordinatore, Marco Pierotti, Vice presidente Nazionale, e dai componenti Leonardo Caruso, Vice Presidente Nazionale Vicario, Marco Lombardozzi, Vice Presidente Nazionale, Gaetano Mulonia, Vice Presidente Nazionale, Andrea Finizio, Segretario Nazionale