Nuova Visura Catastale: la guida completa dell’Agenzia delle Entrate

Il documento illustra il nuovo modello con il quale è stato superato lo schema tabellare e sintetico finora utilizzato. Presenti anche alcuni esempi pratici di visure attuali e visure storiche, sia per soggetto che per immobile

di Redazione tecnica - 25/10/2022
© Riproduzione riservata
Nuova Visura Catastale: la guida completa dell’Agenzia delle Entrate

Consultazione più semplice ed immediata, ma anche più ricca di informazioni: la nuova Visura Catastale è al centro della Guida dell’Agenzia delle Entrate di recente pubblicazione, che illustra, nel dettaglio, il nuovo modello con il quale si supera lo schema tabellare e sintetico finora utilizzato. Nel testo sono presenti anche alcuni esempi pratici, distinguendo tra visure attuali e visure storiche, sia per soggetto che per immobile.

Nuova visura catastale: la Guida del Fisco

La Guida alla nuova Visura Catastale è così strutturata:

  • La Visura Catastale
    • Cos’è e a cosa serve
    • Come si richiede
      • I servizi gratuiti online
      • I servizi online a pagamento
      • I servizi presso l’ufficio
  • Il Nuovo Modello
    • Le sezioni
    • Gli elementi grafici  
  • La Visura Attuale
    • La visura attuale per soggetto
      • Esempio di visura attuale per soggetto
      • Esempio di visura attuale per soggetto sintetica
    • La visura attuale per immobile
      • Esempio di visura attuale per immobile di catasto fabbricati
      • Esempio di visura attuale per immobile di catasto terreni
      • Esempio di visura attuale per immobile di catasto terreni diviso in porzioni
  • La Visura Storica
    • La visura storica per soggetto
      • Esempio di visura storica per soggetto analitica
      • Esempio di visura storica per soggetto sintetica
    • La visura storica per immobile
      • Esempio di visura storica per immobile di catasto fabbricati analitica
      • Esempio di visura storica per immobile di catasto fabbricati sintetica

Nelle nuove visure catastali, le informazioni sono suddivise in sezioni omogenee e facilmente individuabili, grazie all’utilizzo di diversi colori per ciascuna di esse.

Il documento riporta:

  • Intestazione della Visura
  • Dati identificativi
    • dati identificativi completi di sezione (se presente)
    • riferimento alla partita (se presente)
    • particelle corrispondenti al catasto terreni, per gli immobili di catasto fabbricati
  • Indirizzo (denominazione urbana generica, odonimo, n. civico, piano e scala). Questa sezione è presente solo per gli immobili iscritti al catasto fabbricati.
  • Dati di classamento
    • dati reddituali
    • zona censuaria
    • categoria o qualità/destinazione
    • classe e consistenza
  • Dati di superficie (superficie totale e superficie totale escluse aree scoperte, solo per le categorie del gruppo A). Questa sezione è presente per gli immobili iscritti al catasto fabbricati censiti in categoria ordinaria.
  • Intestazione dell'immobile
    • dati anagrafici, ovvero nome, cognome, luogo di nascita, data di nascita, codice fiscale, per le persone fisiche
    • denominazione per le persone non fisiche
    • diritto reale di godimento, quota, regime patrimoniale e indicazione dell’atto da cui deriva l’intestazione.

Tra le novità del nuovo modello di visura vi è anche l’introduzione di una legenda che chiarisce il significato dei dati riportati in visura. Infine, per facilitare l’immediato riconoscimento del tipo di consultazione che si sta effettuando, nei nuovi modelli di visura catastale sono stati introdotti anche alcuni elementi grafici.

Cos’è la visura catastale

La visura catastale è un documento, rilasciato dall’Ufficio Provinciale - Territorio dell’Agenzia delle entrate, che permette di acquisire molteplici informazioni relative ai beni immobili (terreni e fabbricati), tra cui:

  • i dati identificativi e di classamento;
  • i dati anagrafici delle persone, fisiche o giuridiche, intestatarie catastali
  • i dati grafici dei terreni (visura della mappa) e delle unità immobiliari urbane (visura della planimetria);
  • l’indirizzo (solo per le unità immobiliari urbane);
  •  le causali di aggiornamento e annotazione.

Nella visura è possibile consultare anche le seguenti informazioni:

  • monografie dei Punti Fiduciali e dei vertici della rete catastale;
  • elaborato planimetrico (elenco subalterni e rappresentazione grafica);
  • atti di aggiornamento catastale.

Tutte le informazioni catastali sono pubbliche e l’accesso al SIT (Sistema Integrato del Territorio) è consentito a tutti, previo pagamento dei tributi appositi, fatta eccezione per le planimetrie, la cui consultazione è riservata esclusivamente agli aventi diritto sull'immobile o ai loro delegati.

Per richiedere la visura si possono usare:

  • i servizi gratuiti online;
  • i servizi on line a pagamento.

I Servizi gratuiti riguardano la consultazione personale, limitatamente agli immobili dei quali il richiedente risulta titolare di diritti reali. In particolare è possibile visualizzare:

  • la visura catastale attuale (con gli intestatari catastali) o storica (senza intestatari) per immobile contenente i dati identificativi, di classamento, le causali di aggiornamento e annotazione, la superficie catastale e l’indirizzo (solo per i fabbricati);
  • la visura della mappa con la rappresentazione della particella del catasto terreni
  • la planimetria dell’unità immobiliare urbana;
  •  l’ispezione ipotecaria.

Per accedere alla consultazione personale è possibile utilizzare i sistemi SPID, CIE o CNS oppure le credenziali dell’Agenzia delle entrate per l’accesso a Entratel /Fisconline, fino a quando saranno in uso

Servizi online a pagamento

Tramite web è possibile anche accedere al servizio “Visura Catastale telematica”, con la quale è possibile ottenere:

  • le visure attuali per soggetto, ossia limitate agli immobili su cui il soggetto cercato risulti all’attualità titolare di diritti reali (non è al momento previsto il rilascio della visura per soggetto storica);
  • le visure, attuali o storiche, per immobile (censito al catasto terreni o al catasto fabbricati), impostando la ricerca attraverso gli identificativi catastali;
  • la visura della mappa di una particella censita al catasto terreni, impostando la ricerca attraverso gli identificativi catastali.

Al servizio si accede pagando, tramite il sistema pagoPA, i tributi speciali catastali previsti.

Oltre che online, le visure possono essere richieste presso:

  • qualsiasi Ufficio provinciale – Territorio dell’Agenzia delle Entrate (escluse le sedi di Trento e Bolzano, ove il servizio è gestito dalle Province autonome)
  • sportello catastale decentrato presso le sedi dei Comuni, delle Comunità montane, le Unioni dei Comuni e le Associazioni di Comuni.

Documenti Allegati