OICE: project management essenziale per gestione risorse PNRR

La complessità dei progetti legati al PNRR spinge a individuare figure in grado di pianificare spese e attività

di Redazione tecnica - 01/12/2021
© Riproduzione riservata
OICE: project management essenziale per gestione risorse PNRR

Il Piano Nazionale di Resistenza e Resilienza, con l’immane quantità di fondi destinati ai diversi progetti, implica necessariamente una pianificazione accurata finalizzata a una gestione corretta delle risorse. Un aspetto importante, di cui ha recentemente parlato Giorgio Lupoi, consigliere nazionale OICE (Associazione delle organizzazioni di ingegneria e architettura) e coordinatore del gruppo di lavoro sul PNRR.

PNRR e gestione risorse: l’importanza del project management

Secondo Lupoi, “l’attività di project management è essenziale per un impiego ottimale dei fondi del PNRR nel settore delle costruzioni, per accelerare la capacità di spesa della Pubblica amministrazione e garantire nei prossimi anni il rispetto dei tempi e dei costi di attuazione dei progetti previsti con il Recovery Plan”.

In particolare, è decisivo che il RUP, ovvero il Responsabile unico del procedimento e i soggetti attuatori, si avvalgano, sin dai primi atti, di incarichi di supporto per attività riconducibili alla nozione di project management, come previsto nell'articolo 31, comma 7 del d. Lgs. n. 50/2016 (Codice degli appalti). Si tratta infatti di azioni necessarie, soprattutto in questa fase di avvio delle iniziative progettuali: il RUP potrà così avere al suo fianco un soggetto in grado di fornire le giuste competenze per essere coadiuvato nei compiti di gestione delle commesse e nella risoluzione delle innumerevoli problematiche tecniche e amministrative che caratterizzano la realizzazione di un’opera pubblica. La questione è stata recepita anche a livello politico, con la presentazione di un emendamento al decreto PNRR 2 da parte del deputato on. Carmelo Miceli.

OICE: project manager fondamentali sin dai primi atti di gara

Una delle principali criticità per il PNRR in ambito edilizio è la capacità di spesa pubblica, accanto ad altre carenze dal punto di vista delle competenze tecniche, di elaborazione dei progetti, di utilizzo di manodopera e di impiego dei materiali: per cui OICE ritiene “prioritario individuare delle figure di project management che seguano l’intera procedura di attuazione dei progetti sin dai primi atti di gara”.

Conclude Lupoi: “La prassi di avvalersi del supporto di management per assicurare il controllo dei tempi e dei costi nella realizzazione di una costruzione è usuale in ogni iniziativa pubblica e privata a livello internazionale – conclude – e potrebbe avvalersi di forme di contratti collaborativi con l’obiettivo di allineare gli interessi dei soggetti coinvolti”.