Piani di eliminazione barriere architettoniche: assegnate le risorse alle Regioni

In Gazzetta Ufficiale il decreto di attribuzione delle risorse destinate ai cd "PEBA", cui sono tenuti ad adeguarsi i Comuni. 12 milioni in tutto i fondi disponibili

di Redazione tecnica - 09/01/2023
© Riproduzione riservata
Piani di eliminazione barriere architettoniche: assegnate le risorse alle Regioni

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 3 gennaio 2023, n. 2, il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’Ufficio per le Politiche in favore delle persone con disabilità del 10 ottobre 2022Attribuzione alle regioni e province autonome delle risorse per la progettazione di Piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche e per il finanziamento di un progetto a sostegno della mobilità delle persone con disabilità”.

Eliminazione barriere archiettoniche: nuovi fondi alle Regioni

Con il provvedimento sono state assegnate le risorse del «Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità», di cui all’art. 34, comma 1, del D.L. n. 41/2021, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 69/2021, e che ammontano a:

  • 12 milioni di euro per le Regioni e le Province autonome, destinati alla progettazione dei Piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche (P.E.B.A.), cui sono tenuti i comuni ai sensi dell’art. 24, comma 9 della legge 5 febbraio 1992, n. 104;
  • 660mila euro per il finanziamento di un progetto a sostegno della mobilità delle persone con disabilità che favorisca l’individuazione degli stalli riservati ai veicoli utilizzati da persone con disabilità, da realizzare in collaborazione con il MIT, il Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei ministri, l’ANCI, e l’ACI in qualità di soggetto attuatore.

L'erogazione delle risorse avviene a seguito di specifica richiesta, accompagnata da una delibera della Giunta regionale, nella quale vengono stabiliti l’ammontare e le modalità di erogazione dell’incentivo ai comuni che non abbiano adottato il P.E.B.A. alla data di adozione della stessa delibera, tenendo conto prioritariamente della classe di comuni con una popolazione compresa tra 5.000 e 20.000 abitanti e di quelli beneficiari della misura di cui al DPCM del 29 novembre 2021.

Le richieste vanno inviate all’indirizzo di posta elettronica certificata ufficio.disabilita@pec.governo.it entro il 17 febbraio 2023.

In caso di non utilizzazione delle risorse, l'Ufficio per le politiche a favore delle persone con disabilità, provvederà a una nuova ripartizione tra le regioni ammesse ai finanziamenti.

Documenti Allegati