Rigenerazione urbana, concorso per riqualificazione edilizia a Rimini

Il concorso di progettazione in due gradi rientra nel Piano Integrato di Edilizia Residenziale Sociale promosso dalla Regione Emilia Romagna e riguarda l'ex Questura a Rimini

di Redazione tecnica - 12/07/2022
© Riproduzione riservata
Rigenerazione urbana, concorso per riqualificazione edilizia a Rimini

È stato pubblicato sulla piattaforma Concorsi del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori (CNAPPC) il Concorso in due gradiAttuazione del PIERS - Programma Integrato di Edilizia Residenziale Sociale ex Questura – Rimini”.

PIERS, rigenerazione urbana a Rimini: il bando di concorso

Il Concorso nasce da una collaborazione tra Comune e A.C.E.R. di Rimini, a seguito di un finanziamento della Regione Emilia-Romagna nell’ambito del Programma Integrato di Edilizia Residenziale Sociale- PIERS. L’area di Concorso fa parte di una più ampia zona che presenta diverse criticità dovute al degrado, non solo fisico ma anche sociale del quartiere, indotto anche dalla presenza di un’opera incompiuta, la ex Questura.

Il Concorso rappresenta solo la prima fase di un obiettivo più ampio di generale rigenerazione sociale e urbana di tutto il quartiere, facendo di questa parte della città un luogo accogliente, dove le persone possano socializzare in tranquillità, e dove l’architettura di qualità possa dare il proprio necessario contributo. 

In particolare, i concorrenti sono chiamati a sviluppare una ricerca compositiva e tipologica per definire nuovi modelli di edifici di Edilizia Residenziale Pubblica e di Edilizia Residenziale Sociale che possano venire incontro alle mutate esigenze abitative, permettano trasformazioni nel tempo e che infine possano essere di facile gestione. Inoltre viene richiesta particolare attenzione agli aspetti ambientali dell’area, che riveste un’importanza dal punto di vista ecologico.

Oggetto del Concorso di progettazione è l’acquisizione, dopo l’espletamento del secondo grado, di un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un "Progetto di fattibilità tecnica ed economica", con successivo affidamento al soggetto vincitore della progettazione definitiva, esecutiva e di direzione dei lavori.

Il costo stimato per la realizzazione dell'opera, comprensivo degli oneri della sicurezza, è di € 5,82 milioni di euro + IVA.

Le proposte per l’elaborazione progettuale di 1° grado possono essere inviate sulla piattaforma entro le ore 12.00 del 31 agosto 2022.

Soggetti ammessi alla partecipazione

Come specificato nel Disciplinare di gara, possono partecipare al concorso gli operatori economici in forma singola o associata di cui all’art. 46, comma 1 del Codice dei Contratti, che non siano soggetti alle cause di esclusione di cui all’art. 80 dello stesso Codice e che siano in possesso dei seguenti requisiti di idoneità professionale:

  • (per professionisti) iscrizione, al momento della partecipazione alla gara, al relativo albo professionale previsto dai vigenti ordinamenti, ovvero abilitati all'esercizio della professione secondo le norme dei Paesi dell'Unione europea cui appartiene il soggetto;
  • (per Società di ingegneria e S.T.P.) iscrizione nel registro tenuto dalla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura.

Sono ammessi raggruppamenti temporanei o consorzi ordinari, anche se non ancora costituiti. Ai soggetti già costituiti in forma associata si applicano le disposizioni di cui agli artt. 47 e 48 del Codice dei contratti.

I partecipanti al 2° grado del Concorso dovranno costituire un gruppo di lavoro, producendo, quale documentazione amministrativa per partecipare al 2°grado, una apposita dichiarazione sulla sua composizione che dovrà comprendere le seguenti figure professionali:

  • Progettista architettonico, con ruolo di capo gruppo, con titolo di architetto o di ingegnere - Sezione A (DPR 328/01);
  • Progettista delle strutture, con titolo di architetto o ingegnere - Sezione A;
  • Progettista degli impianti elettrici e termici con titolo di architetto o ingegnere - Sezione A (DPR 328/01);
  • Progettista impianto antincendio, iscritto negli appositi elenchi del Ministero dell’interno di cui all’art. 16 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139 e ss.mm.ii.;
  • Coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione, in possesso dei requisiti professionali ex art. 98 D.Lgs. 81/2008;
  • Professionista esperto negli aspetti energetici ed ambientali - CAM.
  • Paesaggista, Architetto o Agronomo, iscritto al relativo Ordine professionale Tali figure, possono anche in parte coincidere, in relazione al possesso dei titoli, e possono partecipare anche come singoli professionisti o associati.

Premi del concorso

Il Montepremi coincide con l’importo dei corrispettivi previsti per la redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica e ammonta a 81.634,32 euro.

Il Concorso si concluderà con una graduatoria di merito e con relativa attribuzione dei seguenti premi:

  • 1° classificato: 20mila euro, intesi come acconto sul progetto di fattibilità tecnica ed economica del valore complessivo di € 53.634,32 euro;
  • 2°, 3°, 4° e 5° classificato: 7mila euro cad.

Avranno diritto al premio solo i concorrenti che conseguiranno al secondo grado del Concorso un punteggio non inferiore a 40/100.

Tutte le infomazioni sul concorso sono disponibili all'indirizzo https://www.concorsiawn.it/piers-rimini/home

Documenti Allegati