Scuole innovative: al via maxi concorso di progettazione

Il D.L. n. 152/2021 ha previsto un concorso per la progettazione di scuole innovative dal punto di vista architettonico, strutturale energetico e didattico

di Redazione tecnica - 09/11/2021
© Riproduzione riservata
Scuole innovative: al via maxi concorso di progettazione

Un concorso in due gradi per la progettazione e costruzione di scuole innovative dal punto di vista architettonico e strutturale, altamente sostenibili e con il massimo dell’efficienza energetica, inclusive e in grado di garantire una didattica basata su metodologie innovative e una piena fruibilità degli ambienti didattici.

Scuole innovative: il concorso di progettazione

È quanto prevede l'art. 24 (Progettazione di scuole innovative) del Decreto-legge 6 novembre 2021, n. 152 recante "Disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose" (Gazzetta Ufficiale 06/11/2021, n. 265).

La misura, inserita nel Capo III - Scuole innovative, progetti di rilevante interesse nazionale e mobilità dei docenti universitari del D.L. n. 152/2021 intende promuovere i concorsi di progettazione di cui agli articoli 152-157 del Titolo VI, Capo IV, del Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50 (Codice dei contratti).

Tale concorso è indetto dal Ministero dell’istruzione per le aree geografiche e gli enti locali individuati a seguito della procedura selettiva per l’attuazione delle misure della Missione 2 - Componente 3 - Investimento 1.1.

In fase di attuazione l’intervento deve rispettare il principio di «non arrecare danno significativo all’ambiente» (DNSH), con riferimento al sistema di tassonomia delle attività ecosostenibili indicato all’articolo 17 del regolamento UE n. 2020/852 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 giugno 2020. 2. Il concorso di progettazione è articolato in due gradi.

I due gradi del Concorso di progettazione

Il primo grado è finalizzato alla presentazione di proposte di idee progettuali. Il secondo grado, cui accedono le migliori proposte di idee progettuali, è volto alla predisposizione di progetti di fattibilità tecnica ed economica per ciascuno degli interventi individuati a seguito della procedura selettiva.

L’intera procedura del concorso di progettazione deve concludersi entro centosessanta giorni dalla pubblicazione del bando di concorso, oltre il quale gli enti locali possono procedere autonomamente allo sviluppo della progettazione. Al termine del concorso di progettazione, tali progetti di fattibilità tecnica ed economica divengono di proprietà degli enti locali che attuano gli interventi.

Il premio ai vincitori e i successivi livelli di progettazione

Ai vincitori del concorso di progettazione è corrisposto un premio ed è affidata, da parte dei suddetti enti locali, la realizzazione dei successivi livelli di progettazione, nonché la direzione dei lavori.

Al fine di rispettare le tempistiche del PNRR, nell’ambito del concorso di progettazione sono nominate Commissioni giudicatrici per aree geografiche per il cui funzionamento è previsto un compenso definito con decreto del Ministero dell’istruzione, sentito il Ministero dell’economia e delle finanze, da adottarsi entro i prossimi giorni, nel limite massimo complessivo di euro 2.340.000,00.

Documenti Allegati