Sismabonus e Bonus ristrutturazioni: si possono fruire insieme?

Domande e risposte sul Sismabonus: è possibile utilizzare il bonus ristrutturazioni su un immobile che ha esaurito il limite di spesa per il sismabonus?

di Redazione tecnica - 15/09/2021
© Riproduzione riservata
Sismabonus e Bonus ristrutturazioni: si possono fruire insieme?

Ho finito di realizzare un intervento di sismabonus su un immobile che ha coperto il limite di spesa complessivo di 96.000. Vorrei valutare un altro intervento che rientra nel bonus casa (50%), ho un altro massimale di spesa?

L'esperto risponde: il Sismabonus

È la nuova domanda arrivata in redazione dall'arch. Santi A. che abbiamo girato al nostro esperto di sismabonus, l'ing. Cristian Angeli, che ha fornito la seguente risposta.

La risposta dell'esperto di sismabonus

Il quesito del gentile lettore non specifica se trattasi di un edificio unifamiliare o di un condominio e quindi se l’intervento di Sismabonus ha riguardato parti comuni dell’edificio.

Si tratta di un dettaglio importante, trattandosi di soggetti giuridici diversi (condominio o singolo proprietario) che potrebbero fruire di autonome agevolazioni (al condominio spetterebbe quella per gli interventi sulle parti comuni e al singolo proprietario, contemporaneamente, potrebbe competere quella per i lavori interni alla propria unità immobiliare). I massimali, in tal caso, sarebbero da cumulare.

Nel caso invece di abitazioni unifamiliari è possibile fruire di un plafond di spesa aggiuntivo rispetto a quello già “speso” per l’intervento di Sismabonus solo se i lavori per l’intervento di ristrutturazione ordinaria vengono assentiti con un separato titolo edilizio e se riguardano opere disgiunte e spese sostenute in un anno successivo.

Esempio tipico. Se con il Sismabonus si è eseguito un intervento antisismico sulla copertura e sulle fondazioni, con il bonus ordinario al 50% si potranno eseguire opere di recupero interne all’appartamento.

[Rif. Agenzia delle Entrate Circolare 19/E del 8 luglio 2020 (cfr. pag. 259), Risoluzione n. 206/E del 3 agosto 2007, Risoluzione 147/E del 29 novembre 2017, Interpello 455/2020]