Vaccini Covid-19: da Figliuolo un’ordinanza per le Regioni

Il Piano del Generale Figliuolo per evitare ulteriori fughe in avanti delle regioni con priorità per gli Over 80 e le persone con elevata fragilità

di Redazione tecnica - 10/04/2021
© Riproduzione riservata
Vaccini Covid-19: da Figliuolo un’ordinanza per le Regioni

Pubblicata l’Ordinanza 9 aprile 2021, n. 6 del Commissario straordinario per l’attuazione ed il coordnamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-9 e per l’esecuzione della campagna vaccinale nazionale.

L’Ordinanza firmata dal Commissario straodinario Generale Francesco Paolo Figliuolo nasce dall’esigenza di riportare le vaccinazioni nell’alveo del Piano nazionale ed evitare, così, ulteriori fughe in avanti di alcune regioni nelle quali si è scoperto che i vaccini inoculati agli over 80 ed agli operatori sanitari e sociosanitari sono di gran lunga inferiori a quelli inoculati alla categoria “Altri”. Valga per tutti l’esempio della Regione Siciliana in cui le somministrazioni riportate nel sito del Ministero in data odierna sono le seguenti:

Altro

319.487

Operatori Sanitari e Sociosanitari

229.450

Over 80

218.884

Personale scolastico

70.548

Ospiti Strutture Residenziali

40564

Forse armate

28.362

Personale non sanitario

9.969

Nell’Ordinanza n. 6/2021, indica il seguente ordine di priorità:

  • persone di età superiore agli 80 anni;
  • persone con elevata fragilità e, ove previsto, dei familiari conviventi, caregiver, genitori/tutori/affidatari;
  • persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni e, a seguire, di quelle di età compresa tra i 60 e i 69 anni.

Parallelamente alle suddette categorie deve essere completata la vaccinazione di tutto il personale sanitario e sociosanitario, in prima linea nella diagnosi, nel trattamento e nella cura del COVID-19 e di tutti coloro che operano in presenza presso strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private.

Documenti Allegati