MODIFICHE ALLA L.R. N. 3/07 "DISCIPLINA DEI LAVORI PUBBLICI, DEI SERVIZI E DELLE FORNITURE”

10/01/2008

7.726 volte
È stata pubblicata nella Gazzetta Regionale della Campania del 07 gennaio 2008, n. 1 la Deliberazione del 14 settembre 2007, n. 1615 in cui si approva il Disegno di Legge Regionale recante modifiche ed integrazioni alla Legge Regionale n. 3/07 concernente la "Disciplina dei lavori pubblici, dei servizi e delle forniture in Campania".
L’esigenza di apportare correzioni, modificazioni ed integrazioni alla legge regionale n. 3 del 2007 deriva da un duplice ordine di considerazioni.
In primo luogo la successiva entrata in vigore di norme statali in materie di esclusiva competenza statale, che incidono su disposizioni della legge regionale, impongono una rivisitazione di alcune norme della legge. Come è noto, infatti, si tratta di legislazione concorrente e l’articolo 4 del decreto legislativo n. 163 del 2006 disegna i limiti della competenza regionale.
Vengono in rilievo, in particolare, i seguenti provvedimenti:
  • il decreto legge 4 luglio 2006, n. 223 recante “Disposizioni urgenti per il rilancio economico e sociale, per il contenimento e la razionalizzazione della spesa pubblica, nonchè interventi in materia di entrate e di contrasto all'evasione fiscale”convertito nella legge 4 agosto 2006, n. 248;
  • la legge regionale 19 gennaio 2007 n. 1 recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Campania - Legge finanziaria regionale 2007”;
  • la legge 27 dicembre 2006, n. 296 recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007);
  • il decreto legislativo 26 gennaio 2007, n. 6 recante “Disposizioni correttive ed integrative del D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163, recante il codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE, a norma dell'articolo 25, comma 3, della L. 18 aprile 2005, n. 62 (Legge comunitaria 2004”;
  • decreto legislativo 31 luglio 2007, n. 113 recante “Ulteriori disposizioni correttive e integrative del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante il Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, a norma dell'articolo 25, comma 3, della L. 18 aprile 2005, n. 62”.
Alcune modifiche sono conseguenti ad una serie di osservazioni che prefiguravano motivi di una possibile impugnativa per illegittimità costituzionale, formulate, all’indomani della pubblicazione della legge 3 del 2007, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Al fine di evitare l’impugnativa, poiché le correzioni e le integrazioni richieste dalla Presidenza del Consiglio non modificano l’impianto della legge, né ledono l’autonomia regionale, si era assunto l’impegno di un loro inserimento in atti amministrativi o legislativi.

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa