Bandi tipo per i concorsi di progettazione e per l’affidamento di servizi di architettura e ingegneria

04/03/2019

1.719 volte

La Rete delle Professioni Tecniche, in occasione dell’Assemblea dello scorso 21 febbraio 2019, ha  approvato i Bandi Tipo per i Concorsi di progettazione e per l’affidamento di Servizi di Architettura e Ingegneria,  redatti dal  Gruppo “Lavori Pubblici”.

I bandi sono del tutto simili a quelli che la Regione siciliana ha approvato con Decreto 5 dicembre 2018, n. 30/Gab Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità della Regione Siciliana recante “Appprovazione dei bandi tipo per l’affidamento di Servizi di architettura e ingegneria e per i concorsi di progettazione  di  idee  cui  faranno  riferimento  gli  enti  di  cui  all’art.  2 della legge regionale n. 12/2011 e ss.mm.ii.” pubblicato sulla Gazzetta della Regione siciliana n. 55 del 21 dicembre 2018 (leggi articolo)

I bandi tipo per l'affidamento di Servizi di architettura e ingegneria e per i concorsi di progettazione e di idee approvati dalla Rete delle professioni tecniche sono i seguenti:

I bandi per i concorsi sono identiti per lo meno nella titolazione mentre qualche differenza è possibile riscontrarla in quelli relativi ai Servizi di architettura e di ingegneria perché quelli pubblicati dalla Regione siciliana sono 9 mentre quelli approvato dalla Rete delle Professioni tecniche sono 12 con i nuovi modelli relativi:

  • alla richiesta avviso elenco importo <100.000 euro
  • al CV per elenco professionisti importo<100.000 euro
  • all’Avviso indagine di mercato importo<100.000 euro

che non erano presenti tra i modelli pubblicati dalla Regione siciliana con il citato Decreto n. 30/2018.

L’altra edìvidente differenza che a prima vista è possibile riscontrare è quella relativa al Modello “SAI1 Avviso indagine di mercato affidamenti diretti importo <40.000 euro” in cui nella titolazione del paragrafo 4.4 relativo ai “Requisiti speciali di capacità tecnico-professionale” è espressamente precisato che tali requisiti oltre ad essere facoltativi sono anche sconsigliati perché riduttivi della concorrenza differentemente da quanto scritto nel titolo del paragrafo 3.4 del Bando tipo B1-SAI della Regione siciliana in cui è affermato soltanto che tali requisiti sono soltanto facoltativi.

Per la Rete delle Professioni tecniche si tratta del raggiungimento di un obiettivo importante per offrire alle Stazioni Appaltanti, che operano sul territorio nazionale, regole certe e trasparenti da adottare in modo omogeneo sull’intero territorio nazionale.

La RPT precisa, poi, che i bandi tipo, nel pieno rispetto del codice vigente:

  • sono in linea con il bando 3 varato dall’ANAC con delibera n°723/2018;
  • puntano alla centralità del progetto, allo snellimento e la trasparenza delle procedure ed all’apertura del mercato dei lavori pubblici alle strutture professionali medio-piccole.

Per facilitare la compilazione dei documenti pubblicati, è stata redatta una “Guida ai Bandi” che si articola in due parti:

  • la prima è riservata alle  modalità di affidamento della progettazione a mezzo dei concorsi ed agli strumenti da utilizzare  ai sensi degli artt. 152-153-154-155-156 del codice. Alla prima parte sono allegati  i bandi tipo per concorsi di progettazione e di idee.
  • la seconda parte è riservata alle modalità di affidamento di Servizi di Architettura e Ingegneria, in relazione alla fasce di importo stimato dei corrispettivi posti a base di gara, in applicazione degli artt.36 e 157 del codice (D.Lgs.50/2016 e ss.mm.ii.). Alla seconda parte sono allegati i documenti di gara, che possono essere utili sia alle  stazioni appaltanti che ai professionisti interessati a partecipare alle procedure di affidamento.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa