Regione Siciliana: Sulla Gazzetta il decreto sui Bandi tipo servizi di architettura e di ingegneria

24/12/2018

1.618 volte

Sulla Gazzetta della Regione siciliana n. 55 del 21 dicembre 2018 è stato pubblicato il Decreto 5 dicembre 2018, n. 30/Gab Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità della Regione Siciliana recante “Appprovazione dei bandi tipo per l’affidamento di Servizi di architettura e ingegneria e per i concorsi di progettazione  di  idee  cui  faranno  riferimento  gli  enti  di  cui  all’art.  2 della legge regionale n. 12/2011 e ss.mm.ii.”.

Con il decreto in argomento sono stati approvati i seguenti bandi tipo per l'affidamento di Servizi di architettura e ingegneria e per i concorsi di progettazione e di idee:

con la precisazione che nei casi in cui la progettazione riguardi lavori di particolare interesse architettonico, come previsto dall'art. 23, comma 2, del Codice, le stazioni appaltanti dovranno ricorrere a professionalità interne (purché in possesso di idonea competenza e di idonei requisiti) o ai concorsi disciplinati dalla Parte II, Titolo IV, Capo IV del Codice.

Dalla lettura dei bandi sorge spontanea la seguente domanda: “Perhé nei bandi B1-SAI (importi inferiori a 40.000 euro), B4-SAI (importi inferiori a 100.000 euro), tra le condizioni di partecipazione, vengono aggiunte richieste facoltative relative a “requisiti speciali di capacità economico-finanziaria” ovviamente non previsti dalle norme da cui al Codice dei contratti?

All’artiolo 3 del provvedimento è precisato che, ferma restando la facoltà di fare ricorso alle procedure ordinarie previste per le fasce di importo superiore, per effetto combinato dell'art. 36 comma 2, lettera a) e dell'art. 157, comma 2 del codice, nei casi in cui il RUP non rileva le condizioni per ricorrere alle procedure di cui all’art. 23, comma 2 del codice, i Servizi di architettura e ingegneria  sono affidati con le seguenti procedure, in relazione all'importo dei corrispettivi posto a base di gara:

  • importo inferiore a 40.000 euro: affidamento diretto (art. 31, comma 8, ed art. 36, comma 2, lettera a, del codice);
  • importo pari o superiore a 40.000 euro e inferiore a 100.000 euro: procedura negoziata (per effetto combinato dell'art. 157, comma 2 e dell'art. 36, comma 2, lettera b);
  • importo pari o superiore a 100.000 euro: procedura aperta ai sensi dell'art. 60 e/o procedura ristretta, ai sensi dell'art. 61 del codice (per importo pari o superiore alla soglia comunitaria possono essere applicate anche le altre procedure di cui alla parte II, Titolo I,II,III e IV del codice).

Di seguito i bandi tipo a cui le stazioni appaltanti potranno fare riferimento, in relazione alla procedura di affidamento da adottare:

  • a) il Modello B1-SAI costituisce lo schema dell'Avviso esplorativo che le stazioni appaltanti possono adottare per acquisire le manifestazioni di interesse di operatori economici all'affidamento di servizi di architettura e ingegneria, per corrispettivi stimati di importo inferiore a 40.000 euro (affidamento diretto, ai sensi dell'art. 36, comma 2, lettera a, del codice);
  • b) il Modello B2-SAI costituisce lo schema dell'Avviso esplorativo che le stazioni appaltanti possono adottare per acquisire manifestazioni di interesse di operatori economici all'affidamento di incarico per servizi tecnici di architettura e ingegneria, per corrispettivi di importo inferiore stimato inferiore a 100.000 euro (affidamento con procedura negoziata ai sensi dell'art. 36, comma 2, lettera b, del codice);
  • c) il Modello B3-SAI costituisce uno schema della lettera di invito che le stazioni appaltanti inviano agli operatori economici invitati a partecipare ad una procedura negoziata, ai sensi dell'art. 36, comma 2, lettera b), del codice;
  • d) il Modello B4-SAI costituisce uno schema del disciplinare di gara a supporto delle procedure negoziate ai sensi dell'art. 36, comma 2, lettera b), del codice;
  • e) il Modello B5-SAI costituisce uno schema del bando di gara per procedure aperte ai sensi dell'art. 60 del codice;
  • f) il Modello B6-SAI costituisce uno schema del disciplinare di gara per procedure aperte ai sensi dell'art. 60 del codice (conforme al bando tipo n. 3 approvato dal consiglio dell’ANAC con delibera n. 723/2018);
  • g) il Modello B7-SAI costituisce uno schema del disciplinare di gara per procedure ristrette ai sensi dell'art. 61 del codice;
  • h) il Modello B8-SAI costituisce uno schema della lettera di invito che le stazioni appaltanti invieranno agli operatori economici individuati, a seguito della pubblicazione del bando/avviso di cui all’allegato 4, per partecipare ad una procedura ristretta finalizzata all'affidamento di S.A.I. di importo stimato pari o superiore a 100.000 euro.
  • i) il Modello B9-SAI che raccoglie gli allegati 1-2 al bando tipo n. 3 approvato dall’ANAC con delibera n. 723/2018, a supporto delle procedure aperte e ristrette (artt. 60 e 61 del codice).

Gli avvisi di cui ai modelli B1-SAI e B2-SAI devono essere utilizzati dalle stazioni appaltanti solo nei casi motivati in cui la stazione appaltante non può ricorrere all'Albo unico, costituito presso il Dipartimento regionale tecnico, ai sensi dell’art. 12 della legge regionale n. 12/2011.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata

Abusi Edilizi
Romolo Balasso

Edizione: dicembre 2018
Prezzo: € 34.00


PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa