MePA: come diventare fornitore della Pubblica Amministrazione?

17/05/2019

1.149 volte

Una domanda che ci arriva spesso in redazione è "Cosa devo fare per diventare fornitore della pubblica amministrazione?".

Intanto è bene sapere che l'articolo 1, comma 450 della legge n. 296/2006, modificato dal comma 130 dell’articolo 1 della legge 30 dicembre 2018, n. 145 (legge di Bilancio 2019), prevede che le amministrazioni statali centrali e periferiche, ad esclusione degli istituti e delle scuole di ogni ordine e grado, delle istituzioni educative e delle istituzioni universitarie, nonché gli enti nazionali di previdenza e assistenza sociale pubblici e le agenzie fiscali di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, per gli acquisti di beni e servizi di importo pari o superiore a 5.000 euro e al di sotto della soglia di rilievo comunitario, sono tenute a fare ricorso al mercato elettronico della pubblica amministrazione. Si tratta, ovviamente, degli acquisti di beni e servizi (con esclusione dei lavori e dei servizi tecnici per l’ingegneria e l’architettura che non sono sottoposti all’obbligo di approvvigionamento tramite Mercato Elettronico per la P.A).

Per poter diventare fornitore della Pubblica Amministrazione per beni e servizi di importo superiore a 5.000 euro e inferiori alla soglia comunitaria (135 mila euro per le PA centrali e 209 mila euro per le altre amministrazioni), è quindi indispensabile iscriversi al Mercato elettronico della pubblica amministrazione (MePA) attraverso la piattaforma https://www.acquistinretepa.it messa a disposizione dalle amministrazioni pubbliche italiane.

Il portale https://www.acquistinretepa.it mette a disposizione 4 strumenti per la pubblica amministrazione:

  • Convenzioni - Sono contratti stipulati da Consip, per conto del Ministero dell’Economia e Finanze, che consentono alle Amministrazioni di effettuare acquisti direttamente dai fornitori aggiudicatari delle gara, alle condizioni e ai prezzi stabiliti, fino al raggiungimento del quantitativo o dell’importo complessivo definito. Gli acquisti in convenzione possono essere al di sotto o al di sopra della soglia comunitaria. Tale modalità di acquisto, più idonea per approvvigionamenti di beni e servizi con caratteristiche standard, permette di ottenere rilevanti economie di scala sia in termini di processo sia di risparmio sugli acquisti.
  • Mercato Elettronico - È un mercato digitale in cui le Amministrazioni possono approvvigionarsi di beni, servizi e lavori di manutenzione offerti dai fornitori abilitati, per importi inferiori alla soglia comunitaria. Le Amministrazioni possono scegliere un’ampia varietà di prodotti o servizi offerti da una pluralità di fornitori. Il Mercato elettronico è aperto a tutti gli operatori economici che soddisfino i criteri di abilitazione. Tale modalità di acquisto e negoziazione, per le sue peculiarità, è più adatta ad acquisti frazionati ed esigenze specifiche.
  • Accordi quadro - Sono contratti quadro aggiudicati da Consip a uno o più fornitori, a seguito della pubblicazione di specifici bandi. Sulla base delle condizioni fissate da Consip nel Bando, le Amministrazioni possono espletare le proprie gare (Appalti specifici).
  • Sistema dinamico di acquisizione - È un mercato digitale aperto e flessibile in cui è possibile effettuare un processo di acquisizione interamente elettronico per importi sopra la soglia comunitaria. Nel Bando istitutivo vengono definiti i requisiti di partecipazione (spesso articolati in "classi", merceologiche o di fatturato) per abilitare i fornitori che le Amministrazioni potranno poi invitare a partecipare agli Appalti Specifici. Nel bando possono essere anche fissate le regole generali per la competizione, predefinendo i criteri di aggiudicazione e "modelli" utili a gestire gli Appalti Specifici.

Convenzione

Per quanto concerne le convenzioni, le imprese possono accedere alla Vetrina delle Convenzioni o navigando sul catalogo prodotti. Per ogni singola iniziativa attiva, è possibile consultare tutta la documentazione e verificare la quantità dei prodotti/servizi disponibili.

La procedura prevede due step:

  1. Consip pubblica il bando di gara e stipula il contratto con i fornitori
  2. Le Amministrazioni emettono ordini diretti, alle condizioni e ai prezzi stabiliti in Convenzione, inviati telematicamente direttamente ai fornitori

I principali vantaggi delle Convenzioni

Per le Amministrazioni:

  • Semplificazione del processo di acquisto
  • Riduzione dei costi unitari e dei tempi di approvvigionamento
  • Abbattimento dei costi legati alla gestione dei contenziosi
  • Aumento della trasparenza e della concorrenza
  • Incremento della qualità della fornitura di prodotti/servizi

Per i Fornitori:

  • Accesso al mercato della P.A. con un elevato potenziale di vendita
  • Fornitura dei propri prodotti/servizi per più Amministrazioni con un’unica gara
  • Garanzia di un processo negoziale improntato alla massima trasparenza

Mercato Elettronico

Le imprese possono accedere al Mercato Elettronico direttamente dalla Vetrina o visitando il catalogo prodotti. Le Amministrazioni possono verificare l’offerta di beni e/o servizi disponibili e operare le opportune azioni comparative per effettuare ordini di acquisto diretti, richieste di offerta ad hoc nonché procedere con negoziazioni dirette.

La procedura prevede tre step:

  • Fase 1 - Consip pubblica i bandi del Mercato elettronico a cui i fornitori possono abilitarsi, se soddisfano le condizioni generali e i requisiti fissati.
  • Fase 2 - I fornitori si abilitano e pubblicano le loro offerte
  • Fase 3 - Le Amministrazioni emettono ordini diretti o negoziano, prezzi e condizioni di fornitura migliorativi, attraverso richieste di offerta o trattative dirette.

I principali vantaggi del Mercato Elettronico

Per le Amministrazioni:

  • Risparmio di tempo sul processo di acquisizione di beni e servizi sotto soglia
  • Trasparenza e tracciabilità dell’intero processo d’acquisto
  • Ampiamento del ventaglio di scelta, con la possibilità di confrontare prodotti/servizi offerti da fornitori presenti su tutto il territorio nazionale
  • Soddisfazione di esigenze specifiche grazie ad un’ampia e profonda gamma di prodotti disponibili e alla possibilità di emettere richieste di offerta

Per i Fornitori:

  • Diminuzione dei costi commerciali e ottimizzazione dei tempi di vendita
  • Accesso al mercato della P.A. su tutto il territorio nazionale
  • Potenziale valorizzazione della propria impresa anche se di piccole dimensioni
  • Concorrenzialità e confronto diretto con il mercato di riferimento
  • Rinnovamento dei processi di vendita

Accordi quadro

Gli Accordi quadro definiscono le clausole generali che, in un determinato periodo temporale, regolano i contratti da stipulare. Accedendo alla Vetrina degli Accordi quadro o navigando nel catalogo prodotti è possibile verificare l'offerta di beni e/o servizi disponibili e per i quali è possibile negoziare i singoli contratti.

La procedura prevede due fasi:

  • Fase 1 - Consip pubblica specifici Bandi e stipula del contratto con uno o più fornitori
  • Fase 2 - Le Amministrazioni indicono e aggiudicano i singoli Appalti specifici, negoziando direttamente con i fornitori condizioni contrattuali personalizzate sulla base delle proprie esigenze.

I principali vantaggi dell'Accordo quadro

Per le Amministrazioni:

  • Semplificazione dei processi per acquisti ripetuti
  • Incremento dell’efficienza amministrativa grazie alla riduzione dei costi di processo
  • Miglior rapporto qualità / prezzo correlato ad una maggiore competizione tra i fornitori
  • Migliore gestione dei rischi legati al mercato della fornitura e ai costi di transazione
  • Riduzione del costo di gestione delle scorte derivante dalla grande flessibilità nella pianificazione dei fabbisogni, sia in termini temporali che quantitativi

Per i Fornitori:

  • Semplificazione e trasparenza della relazione con la P.A., attraverso la standardizzazione delle procedure
  • Riduzione end-to-end delle tempistiche delle procedure in fase di Appalto specifico
  • Estensione dell’arco temporale in cui è possibile operare all'interno di un mercato pre-selezionato di cui si conoscono i concorrenti

Sistema dinamico di acquisizione (SDAPA)

La procedura prevede due fasi:

  • Fase 1 - Consip pubblica un Bando istitutivo per una o più categorie merceologiche a cui i fornitori possono abilitarsi
  • Fase 2 - Le Amministrazioni pubblicano e aggiudicano gli Appalti specifici, a cui possono partecipare i fornitori invitati e ammessi a presentare offerta.

Per l’aggiudicazione degli appalti, le Amministrazioni seguono le norme della procedura ristretta. Il Sistema dinamico - per tutto il periodo di validità del singolo bando di riferimento - è aperto a tutti gli operatori economici che soddisfino i criteri di selezione.

I principali vantaggi dello SDAPA

Per le Amministrazioni:

  • Digitalizzazione end-to-end del processo d’acquisizione
  • Dinamismo della partecipazione grazie alla continua apertura dello strumento ai fornitori che soddisfino i criteri di selezione
  • Trasparenza e concorrenzialità della procedura
  • Possibilità di soddisfazione di esigenze specifiche ed eterogenee

Per i Fornitori:

  • Apertura permanente dello strumento
  • Accesso a un mercato eterogeneo della domanda pubblica
  • Processo interamente digitalizzato
  • Garanzia di massima concorrenza, trasparenza e parità di trattamento

Al via la mappa georeferenziata degli acquisti della PA

Un nuovo strumento di trasparenza e rendicontazione per utenti e cittadini. Consip ha realizzato - con il supporto di Sogei, che ha reso disponibile la soluzione GEOPOI® (GEOcoding Points Of Interest), un sistema di georeferenziazione per consultare, attraverso mappe interattive, i principali dati sugli acquisti effettuati con gli strumenti del Programma di razionalizzazione della spesa, gestito da Consip per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Consultando le mappe, si potrà conoscere in modo rapido e semplice, ad esempio, il valore dei contratti conclusi dalle amministrazioni sui differenti strumenti (Mepa, Convenzioni, Accordi Quadro e Sistema Dinamico di Acquisto), in una qualsiasi regione o provincia, oppure avere la vista d’insieme dell’andamento su tutto il territorio nazionale.

La mappa georeferenziata degli acquisti della PA è disponibile sul sito Consip (www.consip.it) nella sezione “attività” e sul portale di e-procurement (www.acquistinretepa.it), nella sezione Programma/Numeri.

Commenta l’Amministratore Delegato di Consip, Cristiano Cannarsa “La soluzione nasce dalla collaborazione tra Consip e Sogei al fine di realizzare - massimizzando le rispettive competenze e conoscenze - un sistema evoluto di analisi dati, orientato a una sempre più ampia conoscenza e razionalizzazione della spesa pubblica”.

Andrea Quacivi, Amministratore Delegato di Sogei spiega che “Il framework GEOPOI® è uno dei prodotti della ricerca applicata della nostra azienda che rende disponibile una cartografia di base, totalmente vettoriale e condivisibile, sulla quale poter georiferire tutti i dati di interesse riconducibili al territorio, corredati da collegamenti ad altre informazioni. Siamo consapevoli che la piattaforma rappresenta un asset importante per le attività di Business e Location intelligence e per una molteplicità di altre applicazioni della Pubblica Amministrazione e la soluzione realizzata a supporto di Consip lo dimostra pienamente”.

 

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa