Le costruzioni di muratura nelle NTC 2018

12/07/2019

1.225 volte

Le nuove Norme Tecniche per le Costruzioni (D.M. 17/01/2018) hanno introdotto alcune importanti novità per la progettazione e la realizzazione delle costruzioni in muratura, che riguardano in particolare le tipologie di muratura portante impiegabili in funzione della pericolosità sismica del sito di costruzione ed i metodi di analisi e verifica per la progettazione alle azioni sismiche.

Le nuove NTC 2018 (Norme Tecniche per le Costruzioni, D.M. 17/01/2018) hanno introdotto alcune novità significative, pur proseguendo il percorso tracciato dal precedente D.M. 14/01/2008.
Quattro le novità principali, indipendentemente dalla tipologia costruttiva.

1. Durabilità e robustezza

Due nuovi requisiti richiesti alle opere strutturali allo scopo di garantire le prestazioni previste ed escludere degrado legato alle condizioni ambientali in cui l’opera è inserita. Nelle costruzioni in muratura questi due aspetti sono garantiti dalle proprietà intrinseche del materiale.

2. Eliminazione tensioni ammissibili

Il metodo delle tensioni ammissibili viene definitivamente abolito in favore dell’approccio progettuale semiprobabilistico agli stati limite.

3. Verifiche degli elementi strutturali

Le verifiche degli elementi strutturali da svolgere in termini di duttilità vanno condotte con riferimento allo stato limite di prevenzione del collasso (SLC).

4. Eliminazione delle correlazioni alla zonazione sismica

Le NTC 2018 non fanno più alcun riferimento alle zone sismiche. In particolare, la progettazione semplificata consentita dalle NTC 2008 per le costruzioni da edificarsi in siti ricadenti in zona sismica 4 è adesso ammessa, con piccole modifiche, per le costruzioni in zone caratterizzate da agS≤0,075g, allo SLV. Si noti che agS≤0,075g, allo SLV, non corrisponde alla zona sismica 4.

Costruzioni di muratura: materiali, tipologie, regole e requisiti.

Le NTC 2018 dedicano un'ampia sezione alla progettazione di costruzioni in muratura sia per azioni non sismiche che per azioni sismiche, elencano con precisione i requisiti dei blocchi, della malta e della muratura.
Vengono poi trattate nel dettaglio le novità che interessano le varie tipologie di muratura, considerando l'uso di giunti sottili e di giunti verticali a secco, la muratura ordinaria, la muratura armata e la muratura confinata.

Nell’articolo completo

Oltre a trattare nel dettaglio materiali, requisisti geometrici e tipologie di murature l’articolo di Murature Oggi 128 contiene tutte le informazioni sulle modifiche apportate dalle NTC 2018 alle metodologie di analisi e verifica per azioni gravitazionali delle costruzioni di muratura. Le modifiche apportate dall'aggiornamento delle Norme Tecniche per Costruzioni, D.M. 17/01/2018, per quanto possano sembrare meramente concettuali, contribuiranno alla realizzazione di nuove costruzioni sempre più sicure e performanti.

A cura di Mosele F.
Consorzio POROTON® Italia

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa