Decreto Sostegni: il fondo per autonomi e professionisti

Il Decreto Sostegni interviene potenziando il fondo per autonomi e professionisti per l’esonero dei contributi previdenziali

di Redazione tecnica - 20/03/2021
© Riproduzione riservata
Decreto Sostegni: il fondo per autonomi e professionisti

Dopo essere stato illustrato dal Presidente del Consiglio Mario Draghi, procediamo ad una analisi dello schema di Decreto-legge recante “Misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19” cosiddetto Decreto Sostegni approvato nel corso del Consiglio dei Ministri n. 8 del 19 marzo 2021.

Il Fondo per autonomi e professionisti

All’art. 3 del Decreto Sostegni viene previsto un potenziamento del Fondo per i lavoratori autonomi e i professionisti previsto all’art. 1, comma 20 della Legge 30 dicembre 2020, n. 178 (c.d. Legge di Bilancio 2021). Il Fondo, la cui dotazione iniziale per il 2021 passa da 1.000 milioni di euro a 2.500 milioni di euro, è destinato a finanziare l’esonero parziale dal pagamento dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai professionisti iscritti alle gestioni previdenziali dell’Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS) e dai professionisti iscritti agli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza.

I requisiti di accesso al Fondo

Possono accedere al fondo lavoratori autonomi e professionisti che abbiano percepito nel periodo d’imposta 2019 un reddito complessivo non superiore a 50.000 euro e abbiano subìto un calo del fatturato o dei corrispettivi nell’anno 2020 non inferiore al 33% rispetto a quelli dell’anno 2019.

Sono esclusi dall’esonero i premi dovuti all’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL).

Numero di professionisti tecnici con reddito inferiore a 50.000 euro

La relazione tecnica dell’art. 3 riporta i dati inerenti il numero degli iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria, suddivisi per ente previdenziale, con reddito professionale nell’anno 2019 non superiore a 50.000 euro.

Ente N.r iscritti con reddito
inferiore a 50.000 euro
Cassa Geometri 73.198
CDC 43.204
CF 188.827
CNN 1.012
CNPR 18.459
ENPAB 13.404
ENPACL 17.430
ENPAF 5.000
ENPAIA AG 1.373
ENPAIA PA 2.218
ENPAM 96.736
ENPAM QA 192.089
ENPAP 59.791
ENPAPI 23.638
ENPAV 17.715
EPAP 17.030
EPPI 10.364
INARCASSA 146.117
INPGI 13.753
Totale 941.358