Detrazione 65%: Faq Enea su caldaie connesse a pompe di calore

La pompa di calore, nella configurazione connessa e integrata alla caldaia, rientra tra le apparecchiature elettriche ed elettroniche per le quali può essere...

15/04/2014
© Riproduzione riservata
La pompa di calore, nella configurazione connessa e integrata alla caldaia, rientra tra le apparecchiature elettriche ed elettroniche per le quali può essere concessa la detrazione del 65 %
L’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), con la nuova faq 74, relativa alla seguente richiesta “Sul mercato sono ormai disponibili sistemi innovativi per la climatizzazione invernale degli immobili, costituiti di un’unità esterna e di un’unità interna che in un unico contenitore prevede sia la caldaia a condensazione che una pompa di calore di piccola potenza. I produttori di questi sistemi dichiarano che gli stessi sono agevolabili al 55-65% facendo riferimento al comma 347 della legge finanziaria, ma prima di procedere all’acquisto, vorrei essere sicuro che installandoli, potrò usufruire di questi incentivi., interviene sull’argomento con una chiara risposta in cui ritiene che l’intervento oggetto del quesito sia compatibile con il sistema di detrazione fiscale per l’efficienza energetica

Nella risposta l’Enea precisa che la risposta positiva nasce in considerazione delle finalità della misura, volta a favorire gli interventi energeticamente sempre più efficienti, lo sviluppo tecnologico intercorso negli ultimi anni (nel 2007 questi apparecchi di fatto non esistevano), e il requisito posto alla base dell’incentivo (rendimento della caldaia).
Nel caso specifico, l’Enea ritiene che ai fini dell’agevolazione ai sensi del comma 347, fermo restando il rispetto dei requisiti tecnici essenziali per la caldaia a condensazione (di cui al comma 1 dell’Art.9 del “decreto edifici”), la pompa di calore, nella configurazione connessa e integrata alla caldaia, rientri tra le apparecchiature elettriche ed elettroniche agevolabili ai sensi dell’Art.3 del “decreto edifici”.
L’Enea precisa, anche, che quanto sopra esposto è riferito esclusivamente alla configurazione relativa al riscaldamento invernale con macchine di piccola taglia.

A cura di Gabriele Bivona

Documenti Allegati

Link Correlati

Enea 55-65%