EPAP sospese elezioni per problemi tecnici: richiesto commissariamento dell'Ente

Erano attese da tempo e soprattutto nell'ultimo periodo le campagne elettorali dei candidati si erano fatte più serrate ed, in alcuni casi, senza esclusioni ...

08/05/2015
© Riproduzione riservata
EPAP sospese elezioni per problemi tecnici: richiesto commissariamento dell'Ente
Erano attese da tempo e soprattutto nell'ultimo periodo le campagne elettorali dei candidati si erano fatte più serrate ed, in alcuni casi, senza esclusioni di colpi. Sto parlando delle elezioni per il rinnovo degli organi statutari dell'EPAP, ovvero l'ente di previdenza ed assistenza degli attuati, dei chimici, dei dottori agronomi e dottori forestali, e dei geologi.

Purtroppo, però, le cose non sono andate come tutti speravano e con un aggravio di costi che certamente sarà quantificato, la stessa EPAP il 5 maggio 2015 ha aperto e dopo appena 30 minuti chiuso il seggio elettorale per il voto informatico. L'ufficializzazione è arrivata il 7 maggio 2015 con la pubblicazione della determina EPAP prot. 00198142015 recante "Determina Presidenziale di interruzione della procedura di voto elettronico per il rinnovo del mandato degli organi statutari dell'EPAP dei seguenti collegi elettorali: 1) Collegio elettorale 1 - Dottori Agronomi e Dottori Forestali 2) Collegio elettorale 4 - Geologi".

Come spiegato nella determina EPAP "Trascorsi circa 30 minuti dall'apertura della cabina elettorale elettronica alla quale si può accedere solo se forniti di credenziali (password) è stato segnalato un errore nella composizione dell'elenco dei candidati dai quali spuntare le preferenze. L'errore, in diverso modo, riguardava la cabina elettorale elettronica del Collegio elettorale 1 - Dottori Agronomi e Dottori Forestali, e quella del Collegio Elettorale 4 - Geologi".

Considerato che il sistema elettorale EPAP è strutturato in modo autonomo tra i diversi collegi, il Presidente Arcangelo Pirrello ha sospeso il solo voto elettronico dei Collegi 1 (Dottori Agronomi e Dottori Forestali) e 4 (Geologi).

Laconico il commento del Consiglio Nazionale dei Geologi che hanno parlato non di "problemi tecnici" come indicato dal Presidente EPAP, ma di veri e propri errori. "Errori gravi, che tra l'altro oltre a generare la possibilità di una infinità di ricorsi comportano spese economiche e una diversa calendarizzazione del voto. Se c'è una materia in cui gli errori devono essere evitati, accuratamente evitati, è proprio quella elettorale, soprattutto con un sistema che rimane soggetto a tante incognite".

In riferimento alla soluzione su cui sta lavorando l'EPAP e la calendarizzazione delle prossime elezioni, il Consiglio Nazionale dei Geologi è stato abbastanza chiaro "Può lo staff avere la responsabilità del proseguimento delle elezioni? E con quali sicurezze per l'avvenire? Se non si è stati attenti e capaci di evitare di segnalare una candidatura poi inesistente o di non inserirne due che pure erano state avanzate chi ci dice che non ci siano altre sviste? chi può dire e assicurare oltre ogni ragionevole dubbio, che queste stesse sviste non siano già state commesse nella gestione e conservazione del voto telematico fin qui espresso e su quello che lo sarà nei prossimi giorni? Nessuno!!
Proprio per questo i Geologi hanno chiesto ad alta voce di capire "se chi ha la responsabilità di quanto accaduto e voglia assumersela o se piuttosto non voglia agire con quella sicumera appunto che pare essere carattere saliente di certi DNA". Ma non solo, "Noi riteniamo infatti che, per il bene delle nostre categorie ma soprattutto per rispetto dei nostri iscritti, i CN debbano interessare della questione il Ministero vigilante affinché nomini un Commissario ad acta cui demandare la esclusiva responsabilità dell'intera procedura elettorale sottraendola agli organi amministrativi della Cassa".

Lo stesso Presidente dei Geologi Gian Vito Graziano raggiunto dai nostri microfoni ci ha confermato che "Il ricorso ad un Commissario ad acta viene richiesto per dare serenità e tutela all'Ente di Previdenza soprattutto perché chi dovrebbe decidere è lui stesso candidato".

Si attendono nuovi sviluppi.

A cura di Gianluca Oreto - -

Documenti Allegati