Inarcassa: scade il 31 ottobre il termine per presentare il volume d’affari 2015

Si avvicina la scadenza del 31 ottobre, data ultima entro la quale gli Ingegneri e gli Architetti iscritti agli albi professionali e titolari di partita IVA,...

24/10/2016
© Riproduzione riservata
Inarcassa: scade il 31 ottobre il termine per presentare il volume d’affari 2015

Si avvicina la scadenza del 31 ottobre, data ultima entro la quale gli Ingegneri e gli Architetti iscritti agli albi professionali e titolari di partita IVA, le Società di professionisti, le Società tra professionisti e le Società di Ingegneria, devono presentare ad Inarcassa la dichiarazione obbligatoria del reddito professionale e/o del volume d’affari riferita all’anno 2015 in via telematica. E’ disponibile, per ogni campo da compilare nell'applicativo on line, una funzione help: una guida alla compilazione della dichiarazione passo per passo. La comunicazione deve essere trasmessa anche se le dichiarazioni fiscali non sono state presentate o sono negative. Sono esonerati dall’invio della comunicazione gli ingegneri ed architetti non iscritti a Inarcassa che:

  • per l’anno 2015 siano privi di partita IVA;
  • siano iscritti anche in altri Albi professionali e che, a seguito di espressa previsione legislativa, abbiano esercitato il diritto di opzione per l’iscrizione ad altra Cassa Previdenziale con decorrenza anteriore al 2015

Tra le novità di quest’anno:

  • Rateizzazione del conguaglio: gli iscritti ad Inarcassa possono richiedere, compilando la voce dedicata nell’ambito della procedura della dich. on line 2015, la rateizzazione del conguaglio se superiore a 1.000,00 euro, in tre rate quadrimestrali a partire da marzo 2017 con un interesse pari all’1% annuo. Al fine di ottenere la rateizzazione gli iscritti dovranno essere in regola con le obbligazioni documentali e contributive al 31 ottobre 2016 . Il pagamento avverrà attraverso il sistema SDD (ex RID).  Non possono accedere all’agevolazione coloro che hanno esercitato la deroga 2015, che siano pensionati o che abbiano presentato domanda di pensione. NB: la possibilità di posticipare il versamento del saldo annuale al 30 aprile, consentita negli ultimi anni con delibera del CdA, è di fatto sostituita dalla nuova agevolazione e non sarà riproposta.  
  • Gestione Recapiti: prima di compilare la dichiarazione richiediamo di inserire e/o verificare i dati di contatto (telefono fisso, cellulare, mail, PEC) utilizzati per inviare informazioni, avvisi di cortesia su scadenze, eventi e iniziative. Ricordiamo che la PEC è obbligatoria per ricevere le comunicazioni istituzionali ed accedere a tutti i servizi IOL.
  • Feedback di gradimento: alla fine della dichiarazione abbiamo previsto poche domande per raccogliere il giudizio sulla procedura on line, al fine di valutare le attese degli associati in un’ottica di miglioramento.

Maggiori dettagli all’indirizzo http://www.inarcassa.it/site/home/articolo7011.html

A cura di Redazione LavoriPubblici.it