Lotteria degli scontrini, le regole per partire dall’1 febbraio 2021

Dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e dall’Agenzia delle Entrate il decreto con le regole per il funzionamento della Lotteria degli scontrini

di Redazione tecnica - 31/01/2021
© Riproduzione riservata
Lotteria degli scontrini, le regole per partire dall’1 febbraio 2021

Tutto pronto per l’avvio dall’1 febbraio 2021 della Lotteria degli scontrini. Con un provvedimento congiunto l’Agenzia delle dogane e dei monopoli (AdM) e l’Agenzia delle Entrate (AdE) hanno fissato le regole per il funzionamento.

Lotteria degli scontrini: il provvedimento AdM e AdE

Con la determinazione interdirettoriale 29 gennaio 2021, n. 32051/ru l’AdM e l’AdE hanno definito le attese regole per l’avvio da domani della lotteria degli scontrini mediante la quale gli acquisti di beni e servizi di almeno un euro pagati con strumenti elettronici presso esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi potranno generare biglietti virtuali validi per partecipare alla prima estrazione fissata per giovedì 11 marzo 2021 che distribuirà premi da 100.000 euro a 10 acquirenti e premi da 20.000 a 10 esercenti a fronte degli scontrini trasmessi e registrati al Sistema lotteria dal 1° al 28 febbraio.

Da giugno si aggiungeranno le estrazioni settimanali che distribuiranno ogni settimana 15 premi da 25.000 euro per chi compra e 15 premi da 5.000 euro per chi vende. A inizio del prossimo anno si terrà la prima estrazione annuale che premierà uno degli acquisti effettuati dal 1° febbraio al 31 dicembre 2021 assegnando 5 milioni di euro a un acquirente e 1 milione di euro a un esercente.

Vuoi sapere cos’è e come funziona la Lotteria degli scontrini?

Il nuovo provvedimento dell’AdM e dell’AdE modifica la determinazione del Direttore Generale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, d’intesa con il Direttore dell’Agenzia delle entrate, n. 80217/RU del 5 marzo 2020.

Lotteria degli scontrini: come partecipare

Per partecipare alla Lotteria degli scontrini è necessario generare il codice da fornire prima dei pagamenti con strumenti elettronici. La generazione del codice va fatta collegandosi al portale www.lotteriadegliscontrini.gov.it.

Dopo aver generato il proprio codice lotteria, si dovrà mostrare all’esercente al momento dell’acquisto, in questo modo lo scontrino elettronico consentirà di partecipare alla lotteria.

Per ogni euro speso si otterrà un biglietto virtuale fino a un massimo di 1000 biglietti virtuali per acquisti di importo pari o superiore a 1000 euro; 10 scontrini possono quindi fare fino a 10.000 biglietti virtuali, 100 scontrini fino a 100.000 biglietti virtuali e così via. Se l’importo speso è superiore a un euro, l’eventuale cifra decimale superiore a 49 centesimi produrrà comunque un altro biglietto virtuale.

Non saranno validi ai fini della lotteria gli scontrini corrispondenti ad acquisti effettuati online o nell'esercizio di attività di impresa, arte o professione. Non partecipano alla lotteria, inoltre, gli acquisti per i quali il consumatore richieda all'esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale a fini di detrazione o deduzione fiscale.

Nella fase di avvio della lotteria faranno eccezione anche gli acquisti documentati mediante fatture elettroniche e gli acquisti per i quali i dati dei corrispettivi sono trasmessi al sistema Tessera Sanitaria (per esempio gli acquisti effettuati presso farmacie, parafarmacie, ottici, laboratori di analisi, ambulatori veterinari ecc.).

A cura di Redazione LavoriPubblici.it