Produzione fotovoltaica 2016, pubblicate le analisi del GSE

Il GSE ha pubblicato il documento “Produzione fotovoltaica in Italia nel 2016 - Analisi preliminari” con il quale fornisce le valutazioni sulla variazione de...

16/12/2016
© Riproduzione riservata
Produzione fotovoltaica 2016, pubblicate le analisi del GSE

Il GSE ha pubblicato il documento “Produzione fotovoltaica in Italia nel 2016 - Analisi preliminari” con il quale fornisce le valutazioni sulla variazione della produzione fotovoltaica nei primi nove mesi del 2016 rispetto allo stesso periodo del 2015.

Analisi della produzione

Per monitorare l’andamento della produzione degli impianti fotovoltaici nel 2016, in attesa del consolidamento di tutti i dati di misura necessari a fornire un quadro esaustivo delle performance del parco in esercizio, è stata condotta un’analisi su un insieme significativo di impianti incentivati con il Conto Energia per i quali sono già state acquisite misure mensili di produzione, ancorché suscettibili di variazioni, per l’intervallo di tempo preso in esame, ovverosia il periodo gennaio-settembre 2016.

Il campione preso in considerazione è composto da 478.476 impianti, per una potenza complessiva pari a circa 10 GW, costituenti l’87% del totale degli impianti fotovoltaici incentivati in esercizio in Italia al 31 dicembre 2015 e il 58% della loro potenza.

Basando l’analisi sulle misure mensili di produzione ricevute, pur soggette ad eventuali aggiornamenti, si può osservare che la produzione totale del campione selezionato di impianti nei primi nove mesi del 2016 appare essere diminuita del 4,1% rispetto a quella dell’analogo periodo del 2015, passando da 10,5 TWh a 10,1 TWh.

A livello medio nazionale, il calo della produzione nel periodo osservato, risultante dalle misure ricevute, si è concentrato nei primi sette mesi dell’anno, con i valori più accentuati ad Aprile (-10,1%) e a Giugno (- 9,3%), mentre si è registrato un aumento nel mese di Agosto (+5,7%) e un lieve incremento anche a Settembre (+1,1%).

A livello territoriale, le variazioni più rilevanti della produzione dei primi nove mesi del 2016 rispetto all’analogo periodo del 2015, sono osservate al Centro (-5,8%) e nel Nord-Est (-5,6%), e quelle più contenute nel Nord-Ovest (-2%) e nel Meridione (-3,8%).

L’analisi condotta sul campione dei 478.476 impianti è stata replicata su un suo sottoinsieme, costituito dai soli impianti con potenza superiore a 55 kW, in quanto per tali impianti si può ritenere che le misure, sebbene suscettibili di eventuali aggiornamenti, possano essere maggiormente accurate, dovendo essere rilevate con una frequenza mensile su base oraria.

Il sottoinsieme selezionato è composto da 25.482 impianti, con potenza pari a circa 7 GW, rappresentanti il 5% degli impianti incentivati in esercizio in Italia al 31 dicembre 2015 e il 40% della loro potenza. Dall’analisi delle misure ricevute si evince che nei primi nove mesi del 2016 la produzione del campione selezionato è diminuita del 4,6% rispetto a quella del 2015, passando da 7,5 TWh a 7,1 TWh.

Gli andamenti osservati sono analoghi a quelli del campione più grande. Il massimo calo della produzione risulta nei mesi di Aprile (-10,4%) e Giugno (-9,8%) mentre un incremento si registra soprattutto ad Agosto (+5,4%). Le variazioni più accentuate sull’intero periodo sono relative al Centro (-6,4%) e al Nord Est (-5,9%) e quelle più contenute al Nord Ovest (-2,5%) e al Meridione (-4,3%).

Concludendo, l’analisi del campione di impianti le cui misure potrebbero essere caratterizzate da una maggiore affidabilità, non sposta molto i risultati della valutazione. Complessivamente, le misure ricevute restituiscono un quadro d’insieme nel quale la produzione degli impianti fotovoltaici nei primi nove mesi del 2016 appare essere diminuita nell’intorno del 4,5% rispetto all’analogo periodo del 2015.

Tale variazione, se confermata su tutto l’anno e anche con le misure definitive, non costituirebbe di per sé un andamento fortemente anomalo; nel 2013, ad esempio, si osservò una diminuzione delle ore di produzione medie degli impianti del 6,2% rispetto al 2012, variazione che non ebbe particolare risonanza poiché nel 2013 vennero installati più di 1.000 MW e dunque la produzione totale aumentò sensibilmente rispetto all’anno precedente.

Tag:

Documenti Allegati