Riapertura cantieri edili e Fase 2: in Gazzetta il DPCM 26 aprile 2020 con protocollo e regole per la sicurezza

In Gazzetta Ufficiale il DPCM 26 aprile 2020 con il Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del COVID-19 nei cantieri

di Redazione tecnica - 28/04/2020
© Riproduzione riservata
Riapertura cantieri edili e Fase 2: in Gazzetta il DPCM 26 aprile 2020 con protocollo e regole per la sicurezza

Riapertura cantieri edili: le regole per la riapertura in sicurezza erano state rese note dal Ministero delle Infrastrutture lo scorso 26 aprile, sono adesso ufficiali con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 108/2020 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 aprile 2020 recante "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale".

Riapertura cantieri edili e Fase 2: il protocollo e regole per la sicurezza

Tra quelli contenuti all'interno del nuovo DPCM, l'allegato 7 contiene il Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del COVIS-19 nei cantieri, suddiviso nei seguenti capitoli:

  • Informazione
  • Modalità di accesso dei fornitori esterni ai cantieri
  • Pulizia e sanificazione nel cantiere
  • Precauzioni igieniche personali
  • Dispositivi di protezione individuale
  • Gestione spazi comuni (mensa, spogliatoi)
  • Organizzazione del cantiere (turnazione, rimodulazione dei cronoprogramma delle lavorazioni)
  • Gestione di una persona sintomatica in cantiere
  • Sorveglianza sanitaria/medico competente/RLS o RLST
  • Aggiornamento del protocollo di regolamentazione
  • Tipizzazione, relativamente alle attività di cantiere, delle ipotesi di esclusione della responsabilità del debitore, anche relativamente all’applicazione di eventuali decadenze o penali connesse a ritardati o omessi adempimenti
COVID-19 La riapertura dei cantieri e le procedure del direttore dei lavori

COVID-19 La riapertura dei cantieri e le procedure del direttore dei lavori
Guida operativa con modelli e documentazione per la riapertura dei cantieri pubblici e privati

Vai al gruppo di acquisto

Riapertura cantieri edili e Fase 2: l'obiettivo del nuovo protocollo

Le nuove regole integrano e specificano per i cantieri il protocollo di regolamentazione per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 per gli ambienti di lavoro del 14 marzo 2020, come integrato dal successivo protocollo del 24 aprile 2020. L'obiettivo del nuovo protocollo di regolamentazione è fornire indicazioni operative finalizzate a incrementare nei cantieri l'efficacia delle misure precauzionali di contenimento adottate per contrastare l'epidemia di COVID-19 (rischio biologico generico, per il quale occorre adottare misure uguali per tutta la popolazione).

I datori di lavoro adottano il nuovo protocollo di regolamentazione all'interno del cantiere, applicando, per tutelare la salute dei lavoratori presenti in cantiere e garantire la salubrità degli ambienti di lavoro, ulteriori misure di precauzione (elencate nel nuovo protocollo), da integrare eventualmente con altre equivalenti o più incisive secondo la tipologia, la localizzazione e le caratteristiche del cantiere, previa consultazione del coordinatore per l'esecuzione dei lavori ove nominato, delle rappresentanze sindacali aziendali/organizzazioni sindacali di categoria e del RLST territorialmente competente.

In allegato il DPCM 26 aprile 2020 e tutti gli allegati.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

Documenti Allegati