Sisma Abruzzo 2009, assegnati 865 milioni per la ricostruzione privata

Assegnati oltre 865 milioni di euro per la ricostruzione degli immobili privati nelle zone dell'Abruzzo colpite dal sisma del 6 aprile 2009. È, infatti, a...

17/10/2017
© Riproduzione riservata
Sisma Abruzzo 2009, assegnati 865 milioni per la ricostruzione privata

Assegnati oltre 865 milioni di euro per la ricostruzione degli immobili privati nelle zone dell'Abruzzo colpite dal sisma del 6 aprile 2009.

È, infatti, approdata sulla Gazzetta Ufficiale 11/10/2017, n. 238 la Delibera CIPE 10 luglio 2017, n. 58 recante "Sisma Abruzzo 2009: Assegnazione delle somme stanziate dalla legge di stabilità n. 190/2014, tabella E) per la ricostruzione degli immobili privati".

Con la delibera, sulla base dei risultati del monitoraggio al 31 dicembre 2016 sullo stato di attuazione degli interventi e in relazione alle effettive esigenze di ricostruzione per il periodo gennaio 2017 - giugno 2018, si è disposta l'assegnazione e l'autorizzazione all'impegno di 865.128.117 euro, a valere sulle risorse stanziate dalla legge n. 190/2014 (legge di stabilità 2015) - tabella E, per la prosecuzione degli interventi di ricostruzione degli immobili privati prioritariamente adibiti ad abitazione principale, ovvero per l'acquisto di nuove abitazioni, sostitutive dell'abitazione principale distrutta a seguito del sisma del 6 aprile 2009 nella Regione Abruzzo.

L'importo complessivo è così ripartito:

  • 667.507.338 euro per il Comune di L'Aquila;
  • 149.639.400 euro per gli altri Comuni del cratere;
  • 47.981.318 euro per i Comuni fuori del cratere.

Tenuto conto delle disposizioni normative vigenti e delle precedenti assegnazioni disposte dal CIPE, l'articolazione temporale delle risorse rispetta le seguenti annualità:

  • 99.754.850 euro per l'anno 2016, di cui 40.004.868 euro per il Comune di L'Aquila, 40.004.868 di euro per gli altri Comuni del cratere e 19.745.113 euro per i Comuni fuori del cratere;
  • 153.855.162 euro per l'anno 2017, di cui 85.618.957 euro per il Comune di L'Aquila, 40.000.000 euro per gli altri Comuni del cratere e 28.236.205 euro per i Comuni fuori del cratere;
  • 611.518.105 euro per l'anno 2018 di cui 541.883.573 euro per il Comune di L'Aquila e 69.634.532 euro per gli altri Comuni del cratere, così come meglio sintetizzato nella tabella 2) allegata alla delibera.

La ripartizione ai singoli Comuni delle risorse assegnate ai Comuni del cratere diversi da L'Aquila (149.639.400 euro) e ai i Comuni fuori cratere (47.981.318 euro) sarà effettuata dall'Ufficio speciale per la ricostruzione dei Comuni del cratere (USRC) sulla base dei dati di monitoraggio sullo stato di attuazione degli interventi al 31 dicembre 2016, a fronte delle istruttorie da essi concluse positivamente, e a ricopertura degli importi riconosciuti dalle medesime istruttorie, una volta che risultino integralmente impegnate le risorse loro precedentemente attribuite.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

Documenti Allegati