Sisma Mantova: 138 milioni per municipi, scuole, chiese e imprese

"Si tratta di un ulteriore atto concreto per la ricostruzione e per tornare alla vita normale che si svolgeva nei Comuni del Mantovano prima del terremoto". ...

24/03/2016
© Riproduzione riservata
Sisma Mantova: 138 milioni per municipi, scuole, chiese e imprese

"Si tratta di un ulteriore atto concreto per la ricostruzione e per tornare alla vita normale che si svolgeva nei Comuni del Mantovano prima del terremoto". Così il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, commissario delegato per l'emergenza e per la ricostruzione post terremoto in Lombardia, in merito alle recenti Ordinanze firmate a favore dei territori colpiti dal sisma del maggio 2012.

Collaborazione tra istituzioni
"Quattro mesi fa - prosegue il presidente - abbiamo firmato un Protocollo con il vescovo di Mantova, prendendoci l'impegno di ricostruire anche le chiese danneggiate. Ora i paesi della Bassa potranno tornare ad avere anche i loro campanili. Un risultato reso possibile anche grazie alla collaborazione che si è venuta a creare fra le Istituzioni, a tutti i livelli. Continueremo a lavorare in questa direzione".

Ricostruzione degli edifici
L'Ordinanza n. 209 aggiorna il Piano degli interventi per il ripristino degli immobili pubblici e degli edifici a uso pubblico danneggiati. In particolare, sono 34 gli interventi prioritari interamente finanziati, per un valore complessivo di 73 milioni di euro: 14 municipi, 7 scuole e 13 chiese.

Nuovi interventi
Rispetto all'Ordinanza 165, con la n.209 sono stati inseriti 8 nuovi interventi, fra i quali 6 municipi danneggiati (Borgofranco sul Po, Carbonara di Po, Felonica, Motteggiana, Pegognaga, Viadana) e 2 scuole (Scuola Materna 'Garibaldi' di San Benedetto Po, le indagini geologiche sulla Scuola media inferiore di San Giacomo delle Segnate). Attraverso il provvedimento tutti questi 34 interventi godono già dell'intero finanziamento.

Sostegno per la progettazione
L'Ordinanza n.209 comprende anche 90 interventi su edifici pubblici ed edifici a uso pubblico danneggiati per 61,3 milioni. A differenza degli altri 34, per queste 90 istanze si può ora accedere al finanziamento per la progettazione, fino a un importo pari al 5% dell'intero intervento. Qualora qualcuno di questi diventasse cantierabile, sarà possibile attivare immediatamente la copertura finanziaria, disponendo di fondi non ancora assegnati. L'Ordinanza n. 209 sarà pubblicata martedì 29 marzo sul Bollettino ufficiale della Regione Lombardia, Serie Ordinaria, e si potrà consultare online all'indirizzo consultazioniburl.servizirl.it.

4 milioni per le imprese
Il presidente Maroni ha inoltre firmato nuovi provvedimenti, attraverso i quali si concedono ulteriori contributi alle imprese danneggiate dalle scosse, per consentire il ripristino delle regolari attività. In particolare, attraverso le Ordinanze n.206 e n.210 si concedono contributi per 2,9 milioni di euro a 12 imprese del settore Agricoltura e Agroindustria. L'Ordinanza n.212 concede invece contributi per 1 milione di euro a due imprese del settore Industria e Artigianato.

A cura di Ufficio Stampa Regione Lombardia