Strade e viabilità in Campania: investimenti per 1.2 miliardi

“Abbiamo definito un programma imponente per affrontare il tema della viabilità in tutta la Regione Campania. L'obiettivo è rifare tutte le strade, dalle are...

30/05/2016
© Riproduzione riservata
Strade e viabilità in Campania: investimenti per 1.2 miliardi

Abbiamo definito un programma imponente per affrontare il tema della viabilità in tutta la Regione Campania. L'obiettivo è rifare tutte le strade, dalle aree interne alla fascia costiera che sono saltate. Investiamo un miliardo e duecentotrenta milioni di euro di Fondi Europei e Fondi Regionali. E coordiniamo questi interventi con quelli programmati dall'Anas nell'ambito del suo contratto di programma e dal Ministero delle Infrastrutture”.

Queste le parole del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca durante la Conferenza Stampa tenutasi a Palazzo Santa Lucia il 25 maggio 2016

Complessivamenteha continuato De Luca - abbiamo a disposizione più di due miliardi e trecento milioni di euro da investire. Ecco cosa pensiamo di fare: interventi strategici dal Litorale Domitio alle strade di collegamento dei capoluoghi, a strade nei diversi siti delle aree interne (saranno almeno 10 interventi di fondo valle che finanziamo), alla soluzione dell'imbuto dell'uscita della A 30 a San Severino per il collegamento ulteriore con la Reggio Calabria, la viabilità che è saltata in tutto il Sannio e il Cilento”.

Un programma – ha affermato il Presidente De Luca - davvero gigantesco e che ha bisogno della collaborazione e dell'impegno di tutte le amministrazioni. A Napoli concentriamo importanti risorse per l'asse mediano, manutenzione straordinarie ma anche l'apertura di svincoli rimasti chiusi che costringono i cittadini a fare giri di decine di chilometri”.

“È un programmaha terminato De Luca - estremamente ambizioso che presuppone due cose: una grande concretezza amministrativa e una grande capacità progettuale, ad oggi non abbiamo granché di progetti esecutivi. La grande sfida sarà questa: dotarci subito di progetti esecutivi e varare subito le procedure di gara.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it