Superbonus 110% e Legge di Bilancio per il 2021: 14 nuovi emendamenti presentati alla Camera dei Deputati

Ecco i 14 emendamenti proposti alla Legge di Bilancio per il 2021 che riguardano la detrazione fiscale del 110% superbonus prevista dal Decreto Rilancio

di Redazione tecnica - 07/12/2020
© Riproduzione riservata
Superbonus 110% e Legge di Bilancio per il 2021: 14 nuovi emendamenti presentati alla Camera dei Deputati

Superbonus 110%: con la proposta di proroga al 2023, le detrazioni fiscali del 110% (c.d. superbonus) previste dal D.L. n. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio), convertito con modificazioni dalla legge n. 77/2020, sono entrate ufficialmente all’interno del disegno di legge di Bilancio per il 2021.

Superbonus 110% e Legge di Bilancio per il 2021

Dopo che inizialmente non era stata prevista alcuna misura per il superbonus e successivamente ai rilievi da parte di tutti gli operatori del settore, sono in discussione alla Camera dei Deputati alcuni emendamenti che hanno lo scopo da un lato di allungare il periodo temporale (attualmente in scadenza al 31 dicembre 2021) e dall’altro di potenziare la misura fiscale ed estenderla a nuovi interventi.

Superbonus 110%: 14 emendamenti alla Legge di Bilancio per il 2021

Entro nel dettaglio, alcune delle proposte di emendamento in discussione alla Camera sono state presentate direttamente dalla pagina Facebook del Sottosegretario al Ministero dell'Economia e delle Finanze, Alessio Villarosa. Ecco 14 proposte di emendamento:

  • inserimento tra le spese da portare in detrazione anche quelle per:
    • bonificare l’amianto;
    • l’installazione dei condizionatori;
    • per ascensori, montacarichi ecc necessari a portatori di handicap;
    • gli amministratori di condominio;
  • previsione di casi in cui non è necessario ottenere il miglioramento di due classi energetici;
  • previsione di errori non sanzionabili;
  • superbonus anche per villette bifamiliari con unico proprietario;
  • monitoraggio sismico obbligatorio;
  • previsione del fascicolo del fabbricato;
  • nessuna assicurazione obbligatoria solo per il superbonus per i professionisti che ne hanno già una;
  • asseverazione del professionista per attestare la conformità urbanistica;
  • general contractor con equo compenso;
  • cessione del credito o sconto in fattura per i professionisti, opzione già al primo SAL;
  • estensione del superbonus per le zone del cratere acese contro i danni del sisma e per la sicurezza dell’area a rischio.

Segui lo Speciale Superbonus 110% e resta sempre aggiornato

A cura di Redazione LavoriPubblici.it