COPERTURA IN ITALIA E PRIMATO DI RAGUSA

28/08/2006

2.219 volte
Una ricerca condotta da Utilitatis, l’istituto di ricerca di Federutility, che rappresenta le aziende di servizi pubblici locali nel settore idrico ed energetico assegna un doppio primato a due capoluoghi di provincia della Regione Siciliana.
All’ATO 8 di Ragusa va la palma della maggiore copertura del servizio di depurazione pari al 94% degli abitanti; il territorio servito va da Scoglitti a Pozzallo con 50 km. di spiagge e di mare in cui i ragusani fanno defluire milioni di metri cubi di acque reflue urbane, agricole ed industriali.

Ma accanto a Ragusa viene segnalato l’ATO 2 di Catania in cui si ha l’opposto primato, vale a dire quello negativo con una copertura del servizio di depurazione pari al 29% degli abitanti.
I dati emergono dalla ricerca precedentemente citata rilevabile all’indirizzo internet http://www.utilitatis.org/home.html e nella stessa è possibile osservare come le seguente classifica relativa alla percentuale di abitanti coperti dal servizio di depurazione:
  • Italia settentrionale 82,4 %
  • Italia centrale 69,1%
  • Italia meridionale 69,8%
  • Italia insulare 57,4%
  • Media nazionale 70,1
Nella classifica primeggiano quasi tutti i gestori del nord che in media assicura il servizio di depurazione all’82,4% della popolazione al di sopra della media nazionale del 70,1%.
All’Italia insulare l’ultimo posto della classifica con un 57,4% ben al di sotto della media nazionale. In particolare in Sicilia quasi sono al di sopra della media nazionale:
  • l’ATO 8 di Ragusa (94%)
  • l’ATO 3 di Messina (78%)
  • l’ATO 4 di Siracusa (73%)
  • l’ATO 6 di Caltanissetta (73%)
mentre sono al di sotto della media nazionale
  • l’ATO 5 di Enna (58%)
  • l’ATO 1 di Palermo (51%)
  • l’ATO 9 di Agrigento (49%)
  • l’ATO 7 di Trapani (33%)
  • l’ATO 2 di Catania (29%)
Alleghiamo alla news la sintesi della ricerca mentre la ricerca integrale è scaricabile dal sito di Utilitatis all’indirizzo http://www.utilitatis.org/home.html

A cura di Paolo Oreto
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa