DIFFERENZE TRA NORD E SUD ITALIA

31/01/2007

1.998 volte
Un’attenta analisi stilata dall’Oice ha messo in evidenza la situazione dei bandi di progettazione del 2006 in Italia: il mercato nazionale è in calo, seppur con una controtendenza del Sud in forte crescita.
L’Oice ha analizzato l’andamento della domanda pubblica di architettura ed ingegneria nel 2006 ed ha messo in evidenza una forte divergenza tra il nord ed il sud Italia.

Nel corso del 2006, infatti, si sono avuto 7.656 bandi di gara per un valore complessivo di circa 752 milioni di euro, contro i dati rilevati nel 2005 che evidenziavano un numero inferiore i bandi di gara (6.445) per un importo complessivo più alto di quello registrato per il 2006 (805 milioni di euro).
L’analisi ha messo in evidenza come sebbene siano cresciuti i bandi, questi possono classificarsi nella soglia dei micro-bandi, con una conseguente riduzione in termini di importo complessivo.

Il presidente dell’Oice, Nicola Greco, ha dichiarato che “una caduta del 15% circa in termini reali per le gare di maggior importo, cioè sopra soglia, non è poca cosa anche perché si è dimezzato il valore dei bandi per appalti di progettazione e costruzione, che nel recente passato avevano in un certo senso compensato la flessione di quelli per sola progettazione”.

Il Sud Italia, invece, cresce: da 1.733 a 2.641 bandi di gara ed un aumento quasi proporzionale dell’importo complessivo (+32%).
Altre realtà importanti in questo ambito sono state la Puglia e la Campania, dove si è registrato un aumento del 60%.

Il nuovo anno inizia sotto buoni auspici per i professionisti del Sud.
Tra le gare già pubblicate, quella di maggiore importo si riferisce alla comunità montana Alburni (provincia di Salerno) per un importo complessivo di 800mila euro; è importante segnalare, infine, il doppio incarico della Fiera di Foggia, per la realizzazione di un nuovo padiglione ed il restyling di alcune strutture esistenti.

In Sicilia l’intervento di maggior valore riguarda i lavori di manutenzione per la messa in sicurezza di un tratto di circa 20km dell’autostrada Palermo-Catania, mediante il rinnovo della pavimentazione, con un importo a base di gara di 2,8 milioni di euro ed una scadenza fissata per il prossimo 5 febbraio 2007.

A cura di Paola Bivona
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa