L'EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

20/04/2007

3.270 volte
Obiettivo del corso è fornire gli strumenti necessari per:
- Conoscere gli elementi fondamentali e le finalità del D. Lgs. 192/2005 per cooperare nell’attuazione del decreto medesimo e implementare l’attivazione degli elementi connessi;
Avere la consapevolezza per porre la necessaria attenzione nell’esecuzione degli impianti per evitare imperfezioni che possano vanificarne la potenzialità di prestazione;
- Essere in grado di conformare alla richiesta del decreto legislativo le operazioni e le attività di cantiere sia in caso di nuove opere che di interventi sul patrimonio edilizio esistente, operando, in questo caso, le necessarie distinzioni e attuando la gradualità dell’applicazione in relazione al tipo di intervento previsto dal decreto medesimo;
- Cooperare nella propria realtà operativa all’integrazione della questione energetico-ambientale con le diverse politiche di settore, contribuendo all’applicazione integrata e omogenea della normativa su tutto il territorio nazionale;
- Essere in grado di operare in un contesto di scenari evolutivi, in relazione alle domande e all’offerta di energia del settore civile e cooperare per un uso efficiente dell’energia medesima.

Percorso formativo
Aspetti normativi 18 ore
L’aggiornamento della L. 10/1991 e del D.P.R. 412/1993 attraverso l’articolato del D. Lgs. 192/2005. I contesti di riferimento della legislazione in materia di ambiente ed energia; I contenuti del D. Lgs. 192/2005. Concetto di prestazione di efficienza energetica degli edifici. Criteri condizioni e modalità per il miglioramento delle relative prestazioni energetiche. Lo sviluppo, la valorizzazione e l’integrazione delle fonti rinnovabili. La diversificazione energetica. Gli obiettivi nazionali di limitazione delle emissioni di gas serra previsti dal protocollo di Kyoto. I criteri generali di certificazione energetica degli edifici. Le prestazioni energetiche integrate. I requisiti minimi. Gli organismi preposti al controllo, gli adempimenti formali, le ispezioni periodiche. Gli ambiti di applicazione del decreto. Le nuove costruzioni e la graduazione degli oneri per interventi sul patrimonio edilizio esistente.
Aspetti tecnologici 23 ore
Gli impianti e gli accorgimenti innovabili inerenti il soddisfacimento dei vari bisogni comuni con l’uso standard dell’edificio, compresi la climatizzazione invernale ed estiva, la preparazione dell’acqua calda, la ventilazione e l’illuminazione. I descrittori della coibentazione, delle caratteristiche tecniche e di installazione degli impianti, la posizione in relazione agli aspetti climatici, le variazioni del fabbisogno energetico, i criteri di ottimizzazione. I sistemi di cogenerazione, i sistemi di condizionamento con controllo di temperatura, velocità, umidità e purezza dell’aria. I generatori di calore. Le pompe di calore. Le pareti esterne: tecnologie di esecuzione. Sistemi di isolamento: cappotto termo intonaco - pareti ventilate. I serramenti: le innovazioni tecnologiche di settore. L’illuminazione naturale e artificiale. Gli impianti ad alta prestazione: caldaie a condensazione. Sistemi a bassa temperatura. Distribuzione a pavimento. I sistemi di climatizzazione estiva. La corretta esecuzione. I difetti, gli errori e le omissioni che vanificano le potenzialità di prestazione.
La sicurezza 4 ore
I principali rischi attribuibili all’attività lavorativa: rischio d’infortunio meccanico, elettrico, da caduta.

Sede
Bologna
Inizio
Novembre 2006
Svolgimento
45 ore svolte in 2/3 lezioni a settimana dalle 18.00 alle 21.00
A chi è rivolto
Occupati nell'ambito dell'esecuzione di impianti
Attestazione
Attestato di frequenza (obbligo di frequenza almeno del 70% del percorso formativo)
Quota
Euro 115.00



A cura di Gianluca Oreto
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa