OPERE IDRAULICHE

01/06/2007

1.749 volte
Investimenti in opere idrauliche per oltre 53,5 milioni di euro sono l'oggetto del 4° atto integrativo dell'Accordo di programma quadro per la tutela della acque e la gestione integrata delle risorse idriche, siglato il 29 maggio a Roma tra la Regione Piemonte e il Governo.

"Il documento - spiega l'assessore regionale alle Risorse idriche, Nicola de Ruggiero - definisce, ampliandolo ulteriormente, il quadro degli interventi nel settore del ciclo idrico integrato delle acque per il conseguimento degli obiettivi di tutela e ripristino della qualità dei fiumi, dei torrenti e delle falde, attraverso gli impianti di depurazione, e per il soddisfacimento delle necessità di acqua. Il quadro degli interventi è stato definito, d'intesa con le sei Autorità d'ambito ottimale, individuando all'interno dei rispettivi piani d'ambito gli interventi che rivestono carattere d'urgenza, in quanto finalizzati a risolvere situazioni di criticità nell'approvvigionamento idrico e nella depurazione delle acque reflue urbane, anche in attuazione degli obblighi comunitari in materia".

L'atto comprende prevede la realizzazione di 29 progetti (17 immediatamente attivabili, 7 finanziati per la realizzazione della sola progettazione e 5 di realizzazione dei progetti finanziati con il precedente 3° atto integrativo siglato a maggio dell'anno scorso), di cui 8 riguardanti il settore dell'approvvigionamento idrico potabile e 21 quello della raccolta, collettamento e depurazione delle acque reflue urbane. L'importo complessivo degli investimenti attivati è di 53.565 milioni di euro, di cui 25.965 derivanti da autofinanziamento degli enti attuatori, ovvero le aziende e i consorzi che hanno la gestione dei servizi idrici nelle rispettive aree d'azione.



© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa