Miglioramento sismico degli edifici in muratura esistenti: interventi Locali, miglioramento e adeguamento sismico

03/02/2017

19.116 volte

Il patrimonio edilizio esistente in Italia è costituito in massima parte da edifici con struttura in muratura portante realizzati prima dell’introduzione delle normative antisismiche.
Il risultato è che il patrimonio edilizio esistente è un insieme di fabbricati ad alta vulnerabilità sismica anche e soprattutto per quanto riguarda gli edifici di alto pregio architettonico di cui l’Italia è fortunatamente ricchissima.

Se vuoi maggiori info sull'argomento dell'articolo clicca su "PRONTO LAVORI PUBBLICI" e verrai ricontattato dalla nostra REDAZIONE

La muratura portante è un aggregato di diversi componenti di difficile definizione meccanica con scarsa duttilità e resistenza a trazione nulla e spesso in uno stesso fabbricato sono presenti murature con diverse caratteristiche meccaniche, alterazioni strutturali dovute a precedenti interventi.
Tutto questo rende problematica l’affidabilità delle verifiche strutturali. Per questo motivo le verifiche analitiche sono un supporto al progettista solo se queste sono recepite con spirito critico e devono essere accompagnate da una valutazione di sintesi globale sullo stato di “salute” del fabbricato.
L’attuale normativa indica le verifiche più opportune da eseguire in funzione del tipo di intervento in progetto.

Recupero edilizio strutture in muratura

Recupero edilizio strutture in muratura
Interventi Locali, Miglioramento e adeguamento sismico

Vai alla Promozione lancio: libro + software


Con il Nuovo Manuale del "Recupero edilizio strutture in muratura" il progettista acquisirà tutte le nozioni indispensabilli per progettare e recuperare edifici in murature portante e su come operare per il miglioramento sismico degli edifici in muratura esistenti.

Punto di forza del Nuovo Manuale è il taglio pratico e diretto attraverso il quale si vuole fornire un supporto operativo per per professionisti della progettazione e quanti vogliono avere un quadro sufficientemente ampio delle tematiche afferenti a questa variegata tipologia costruttiva e può essere utilizzato da esperti ma anche da coloro che si avvicinano per la prima volta alle tematiche del recupero edilizio.

Questo testo vuole dare un contributo alla conoscenza sulle principali tecniche di intervento per consolidamento e miglioramento sismico degli edifici in muratura esistenti. Il libro tratta del recupero delle murature portanti e non, gli elementi cosiddetti secondari, delle fondazioni dirette e indirette, delle coperture e dei solai in legno, acciaio, laterocemento e a volta. La prima parte del volume è dedicata all’analisi dei carichi ed ai materiali da costruzione nuovi e tradizionali.

Il software incluso consente al Tecnico Progettista, attraverso fogli di calcolo Excel, di risolvere alcuni dei più frequenti calcoli di routine. I fogli di calcolo consentono di eseguire:

  • Calcolo cerchiature nelle murature (1, 2, 3 e 6 setti di partenza);
  • Calcolo azione sismica elementi secondari (NTC 2008);
  • Progetto di divisori in cartongesso (NTC 2008);
  • Calcolo e verifica di solai e coperture in legno;
  • Calcolo e verifica di solai in laterocemento (verifica agli SLU e agli SLE);
  • Calcolo e verifica di trave in c.a. con momenti assegnati (verifica agli SLU e agli SLE);
  • Verifica elementi secondari e catene;
  • Verifica soletta c.a. per solai in travetti e pignatte;
  • Verifica tamponature (NTC 2008);
  • – Verifica tiranti.

Per visionare l'offerta lancio libro + software: CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa