ANALISI ANCE

26/01/2006

4.145 volte
Oggi 26 gennaio 2006 alla Conferenza unificata verrà esaminato lo schema di decreto legislativo recante il codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture che recepisce le direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE. Dello schema stesso l’Ance (Associazione nazionale costruttori edili) ha evidenziato i profili più significativi che, qui di seguito, riportiamo:
1. art. 15 - lavori in house
Risulta soppresso il testo dell’art. 15 che, conformemente alla giurisprudenza comunitaria, stabiliva a quali condizioni fosse possibile l’affidamento dei lavori in house.
2. artt. 56-57-122-125 - procedura negoziata
La procedura negoziata, e cioè sostanzialmente la trattativa privata con o senza previa pubblicazione di un bando di gara, viene ammessa, sia per gli appalti di importo superiore alla soglia comunitaria, sia per quelli di importo inferiore, nelle ipotesi stabilite dalla normativa comunitaria. La soglia dei lavori in economia è elevata a 500.000 euro (art. 125 comma 5).
3. art. 32 - opere a scomputo
Relativamente alle opere di urbanizzazione a scomputo, è stata sostanzialmente recepita la posizione dell'ANCE volta alla ricerca di meccanismi che consentissero l'esecuzione di tali opere da parte del soggetto, titolare del permesso a costruire, e realizzatore perciò dell'intervento principale.
4. artt. 53 e 81 - liberalizzazione dell’appalto integrato, dell’appalto concorso e del’`offerta economicamente più vantaggiosa.
Sia l’appalto-integrato, sia l'appalto-concorso sono circoscritti ad ipotesi particolari, nello schema di T.U. in discussione, tali limitazioni vengono meno, in quanto viene rimessa alla discrezionalità dell’amministrazione la scelta della tipologia di affidamento da adottare in relazione alle esigenze del caso specifico, e cioè quella dell’appalto di sola esecuzione, ovvero dell’appalto-integrato, ovvero, infine, dell’appalto concorso.
Il documento ANCE esamina i seguenti temi:
5. art. 55 - procedure ristrette;
6.art 62 - forcella;
7.art. 61 - lavori di edilizia residenziale pubblica;
8. art. 86, 87, 88 e 122, comm 9 - valutazione delle offerte anomale;
9. art. 49 e 50 – avvalimento;
10.art. 58 - dialogo competitivo;
11.art. 59 - accordi quadro;
12.art. 85 - aste elettroniche.
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa