FONDO DEMOLIZIONI OPERE ABUSIVE

23/03/2006

2.704 volte
La Cassa depositi e prestiti con Circolare n. 1264 del 2 febbraio 2006 ha reso noto le condizioni generali e le procedure per accedere al Fondo per le demolizioni delle opere abusive.
La circolare ha lo scopo di aggiornare la procedura istruttoria del Fondo, in particolare per quan,to attiene la fase della concessione, nonché rendere pubbliche le Condizioni generali del contratto di anticipazione su risorse del Fondo per le demolizioni delle opere abusive di cui all’articolo 32, comma 12, del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326

Possono accedere al finanziamento soltanto i comuni nel cui ambito territoriale è stata realizzata l’opera abusiva oggetto di un provvedimento di demolizione e sono ammessi al finanziamento esclusivamente i costi relativi agli interventi di demolizione delle opere abusive nonché le spese giudiziarie, tecniche e amministrative.

Il finanziamento consiste in un’anticipazione, sena interessi, a valere sulle risorse del Fondo, che ha natura rotativa. E la procedura di finanziamento si articola nelle due seguenti fasi:
  • istruttoria;
  • perfezionamento del contratto.
Il Comune si obbliga a rimborsare l’importo dell’Anticipazione e a pagare la Spesa di gestione del Fondo in unica soluzione entro 60 giorni dalla data di effettiva riscossione delle somme a carico degli esecutori degli abusi.

Al termine della circolare sono inserite le Condizioni generali delle anticipazioni concesse dalla Cassa depositi e prestiti società per azioni come allegato al contratto di anticipazione e la delegaga di pagamento. © Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa