NUOVE REGOLE

12/03/2007

1.819 volte
Secondo quanto stabilito nella nuova finanziaria ed evidenziato da Confedilizia, le nuove regole sulla previdenza complementare e sulla destinazione del TFR, entrate in vigore con il decreto legislativo n. 252/2005 ed entrate in vigore dall’1 gennaio 2007, si applicano a tutti i lavoratori dipendenti del settore privato e i lavoratori autonomi. Ciò significa che anche i dipendenti del condominio (portieri, addetti alle pulizie ecc.) dovranno essere preventivamente informati sulle diverse scelte disponibili (scelte sulle quali il lavoratore è chiamato a esprimersi entro il prossimo 30 giugno).

Come sottolineato da Confedilizia, il compito di informare i lavoratori dipendenti dei condomini è degli amministratori. Per consentire l’espletamento di tale compito, verrà inviato a tutti gli iscritti al Registro nazionale amministratori della Confedilizia una dettagliata informativa al riguardo completa della relativa modulistica.

Se il lavoratore non esprime alcuna indicazione relativa alla destinazione del TFR, il datore di lavoro potrà trasferire il TFR futuro alla forma pensionistica collettiva prevista dagli accordi o contratti collettivi, anche territoriali, o ad altra forma collettiva individuata con un diverso accordo aziendale, se previsto. Tale diverso accordo deve essere notificato dal datore di lavoro al lavoratore in modo diretto e personale.

Per i lavoratori che successivamente al 31 dicembre 2006 e prima della data di pubblicazione del decreto avessero già manifestato al datore di lavoro la propria volontà di conferire il TFR ad una forma pensionistica complementare, è fatta salva la decorrenza degli effetti dalla data della scelta già compiuta, a condizione chetale scelta sia confermata mediante la compilazione del modulo TFR1 o TFR2 allegato al presente decreto entro 30 giorni dalla predetta pubblicazione.

A cura di Gianluca Oreto
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa